Incendi a Matino. Crusafio: “Dateci una casa”

Le famiglie delle abitazioni coinvolte nell’incendio di via Puccini a Matino chiedono al sindaco una nuova sistemazione. Primiceri: “Le case sono agibili”. Intanto le indagini proseguono

Le famiglie matinesi che abitavano nelle case in via Puccini distrutte dall’incendio continuano a dormire in macchina per paura che i fenomeni di verifichino nuovamente e perché, a detta degli stessi, le abitazioni risulterebbero inabitabili. Ma il freddo e il maltempo di questi giorni hanno spinto le famiglie a presentarsi al municipio di Matino per chiedere una sistemazione alternativa. A tale richiesta Giorgio Primiceri, sindaco di Matino, ha risposto ribadendo quanto detto in precedenza, ossia che le case in questione, dal punto di vista della sicurezza, sono sicure e pertanto agibili. Fra l’altro sembra ormai vicina la soluzione del mistero delle case di via Puccini. Le indagini procedono e nei giorni scorsi sono stati ascoltati Antonio e Alberto Crusafio, due nipoti di Maria Vitali, l’anziana signora vittima della strana vicenda, che al momento non risultano indagati.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!