AAA lotto in nuova zona Pip offresi

Andrano. Una volta individuate le aziende da insediare nell’area Pip, l’amministrazione creerà con le stesse una associazione o un consorzio per gestire le aree comuni

Il Comune di Andrano emana un avviso pubblico rivolto a reperire la manifestazione di interesse delle aziende artigianali, delle piccole aziende industriali e delle aziende commerciali e di distribuzione interessate ad insediarsi all’interno della nuova Zona Pip di Andrano situata lungo il nuovo tracciato della strada statale 275. Si tratta di 15 nuovi lotti (dei quali 12 rivolti ad aziende artigianali e piccole-industriali e tre ad aziende distributive e commerciali). Da anni, spiegano dall’amministrazione guidata dal sindaco Carmine Pantaleo, viene manifestato il bisogno di aree che diano sfogo alle necessità di adeguamento delle strutture produttive esistenti sul territorio comunale. Nel 1992 è stata già acquisita una manifestazione di interessi da parte delle aziende locali per insediarsi all’interno di nuove zone Pip e tale elenco di aziende necessita allo stato attuale di essere aggiornato. Ed è nelle idee dell’amministrazione, una volta individuate le aziende da insediare nella nuova area Pip, di creare con le stesse una associazione e/o un consorzio o un’altra forma aggregativa riconosciuta dalla legislazione nazionale, allo scopo di organizzare e gestire le aree comuni intervenendo anche sulle spese di manutenzione ordinaria e sui servizi comuni. Le domande dovranno pervenire al protocollo generale dell'ente entro le ore 12 del 20 ottobre in busta chiusa indirizzata al Comune di Andrano – Ufficio Tecnico con la seguente dicitura: “manifestazione di interesse nuova zona PIP”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!