Quartiere Leuca. Un laboratorio urbano

Una ricognizione delle problematiche e delle peculiarità socio-ambientali che caratterizzano l’area urbana di via Leuca. E' questo l'obiettivo del laboratorio urbano

Da oggi fino a sabato 17 ottobre il Quartiere Leuca sarà sede di un laboratorio urbano promosso dal Comune di Lecce come seconda fase del Programma di partecipazione della cittadinanza e del partenariato economico-sociale già avviato nel novembre 2008 in riferimento alla L. R. 29 luglio 2008, n. 21 “Norme per la rigenerazione urbana” e finalizzato alla predisposizione del Documento Programmatico della Rigenerazione Urbana. L’organizzazione sarà curata dalle associazioni Laboratorio Urbano Aperto (LUA) e Manifatture Knos e da una serie di altre associazioni e enti. Il Laboratorio si propone di effettuare una ricognizione delle problematiche e delle peculiarità socio-ambientali che caratterizzano l’area urbana di via Leuca, attraverso un percorso di coinvolgimento e stimolazione degli abitanti e degli attori locali attivato dall’amministrazione comunale e dalle associazioni coinvolte per la definizione di possibili interventi rivolti al miglioramento dello spazio urbano, incentrati sullo sviluppo sostenibile, da attuare attraverso specifici programmi integrati di rigenerazione urbana.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment