Italgest pallamano. Si comincia male

Il Bologna espugna il Pala Italgest per 28 a 27 e il Casarano perde il primo match del campionato

Perde il primo match del campionato il Casarano per mano del Bologna che si impone al Pala Italgest 28-27 al termine di una prova d’orgoglio tutta cuore e muscoli. La Italgest si è dimostrata non impeccabile nei momenti chiave del match sbagliando troppe occasioni in fase offensiva. Il Casarano porta a referto i tre nuovi volti della campagna acquisti estiva: Ferrantelli, Stevanovic e Kokuca, ma deve rinunciare al pivot italo – argentino Buffa, ancora ai box per uno stiramento nella regione inguinale. In casa United, invece, assente il capitano Zaniboni. Buona partenza dei felsinei che partono con il piede sull’acceleratore con Montalto, autore di quattro reti nei primi dieci minuti di gioco. Kokuca e Torbica suonano la carica nelle file del Casarano, che dopo l’1-4 iniziale, recupera il gap fino al 6-5 in proprio favore al 10’. Le due squadre rispondono colpo su colpo, ma la Italgest tra il 21’ e il 23’ trova il parziale decisivo con Telepnev e Lovecchio: 14-11. Montalto prova a rimettere in carreggiata il Bologna, ma ancora Kokuca fa la voce grossa. Il Casarano chiude avanti nel punteggio la prima frazione di gioco: 16-14. La ripresa si apre con botta e risposta di Kokuca e Kazic, che vale il 19-18 al 37’. La Italgest sbaglia troppo in attacco e Montalto la punisce con il pareggio al 41’: 20-20. Si accende la gara per merito soprattutto del Bologna, determinato nell’ottenere un risultato positivo nel Salento. Kokuca riporta avanti il Casarano ai tre quarti di gara grazie ad un’ottima intesa con Ognjenovic: 21-20, ma Kazic riporta i giochi in parità e poi Pardales firma il 21-22. Telepnev pareggia al 48’: 22-22. Il Bologna mette in campo un gran bel gioco, ma è fortunato sulla decisione della coppia arbitrale al 56’ quando il pallone sembra essere uscito all’altezza della linea di fondo per un conseguente tiro d’angolo della Italgest, ma la rimessa di Bar pesca Volpi solo in attacco che firma il +2. Ognjenovic riduce il gap, ma un intervento difensivo di Stritof viene punito con i due minuti di esclusione. Il Casarano recupera fino al -1, ma Kokuca, come in Supercoppa, sbaglia il rigore del pareggio a otto secondi dal termine tirando sul portiere Bar. Il Bologna viola il Pala Italgest 27-28 e conquista così i suoi primi tre punti della stagione. I ragazzi di mister Trapani dovranno archiviare in fretta questo ko per concentrarsi all’anticipo della seconda giornata che si disputerà martedì 6 ottobre al Pala Bursi di Rubiera contro il Gammadue Secchia. Questo per permettere ai Campioni d’Italia di difendere il tricolore in Europa, nella doppia trasferta di Bregenz in EHF Cup. //Tabellino dell'incontro Italgest Casarano – Bologna UTD 27-28 (16-14) Casarano: Fovio, Lupo, Scarpa, Torbica 4, Ferrantelli, Stritof 1, Buffa, Lovecchio 2, Ognjenovic 2, Carrara 3, Kokuca 11, Stevanovic, Opalic, Telepnev 4. All. Trapani Bologna: Montalto 7, Fantuzzi, Kazic 7, Martino, Pardales 1, Volpi 4, Pivetta 1, Pettinari, Norberti, Bar, Resca 3, Bellotti, Bisori 4, Venturi 1. All. Tedesco Arbitri: Boscia – Pietraforte Note: spettatori 200 ca.; tiri di rigore Casarano 11, Bologna 33; minuti di esclusione Casarano 6, Bologna 0. Parziali ogni dieci minuti: 6-5; 11-10; 16-14; 20-19; 23-23; 27-28.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!