Casarano. Percorsi d’autunno. Tra arti e mestieri

Quest'anno per la festività del SS. Crocefisso, non ci si limiterà alla tradizionale fiera. Una manifestazione incentrata su arte e mestieri, infatti, avrà come attrattive una serie di mercatini (florovivaistico, agricolo e del gusto) e un concorso vetrinistico aperto a tutti gli esercenti della città

Dopo diversi anni, quest’anno i casaranesi avranno una festa del SS. Crocefisso che non si limiterà alla tradizionale fiera. Amministrazione comunale (Assessorato alle Attività Produttive) ed associazioni degli artigiani e dei commercianti (Confcommercio, Acas, Made in Casarano), infatti, hanno organizzato la manifestazione Percorsi d’autunno – tra arti e mestieri, che si svolgerà il giorno della festa e avrà come attrattive una serie di mercatini (florovivaistico, agricolo e del gusto) e un concorso vetrinistico aperto a tutti gli esercenti della città. L’autunno, con i colori e i prodotti di questa bellissima stagione, appena iniziata, è il tema proposto dagli organizzatori agli esercenti che vorranno aderire al concorso. Sono già circa 40 i negozi che hanno aderito (un vero successo) e che allestiranno la vetrina con il tema proposto. Gli organizzatori, però, sperano che il numero di partecipanti sia più alto e invitano i commercianti che ancora non aderito ad iscriversi al concorso prima della scadenza fissata per martedì 6 ottobre (possono farlo verbalmente o per fax al numero 0833 513834). Da mercoledì 7 fino a sabato 10 ottobre, una commissione – formata da Ivan De Masi, sindaco della città, Francesca Fersino, e da una vetrinista, la signora Claudia Di Virgilio – passerà in rassegna le vetrine partecipanti al concorso. I tre migliori allestimenti saranno premiati nel corso della serata finale (domenica sera, dalle ore 18) che si svolgerà in piazza San Domenico, dove saranno collocati le esposizioni florovivaistiche, il mercatino agricolo e il mercatino del gusto, curato dalle aziende dell’associazione Made in Casarano. Lo slogan dell’iniziativa è Promuoviamoci, neologismo di sintesi tra i termini “promozione” e muoviamoci”, che vuole esortare il settore a non rimanere fermo e a prendere iniziative.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment