Aralla: “Più turismo nel centro storico”

Sanare la condizione di marginalità delle botteghe artigiane del centro storico. Avrà questo ordine del giorno il Consiglio della I Circoscrizione di Lecce di venerdì

“Artigianato locale, un patrimonio storico-culturale da tutelare ed esportare nel mondo, assicurando così la sopravvivenza di un settore oggi fortemente in crisi”. Queste le parole di Pasquale Aralla, presidente della Circoscrizione Centro-Mazzini di Lecce che ha ricevuto una richiesta di aiuto da parte di artigiani del centro storico non “toccati”, per la loro posizione decentrata, dal flusso turistico che si riversa abbondantemente nelle vie principali. “Gli artigiani di vico Pane e Vino,via Dei Perroni, via Dell’Acaya e via Dei sepolcri Messapici hanno bisogno di visibilità – afferma Aralla – e l’unico modo per offrirgliela è quello di convogliare i flussi turistici tra queste strade coinvolgendo i tour operator tramite l’assessorato al Turismo che, nella persona dell’assessore Massimo Alfarano ha già dato la propria disponibilità al progetto”. E’ stato convocato infatti per venerdì 25 settembre, il Consiglio della I Circoscrizione che valuterà insieme ad Alfarano tutte le iniziative adottabili per sanare la situazione. “E’ auspicabile – conclude Aralla – un tavolo tecnico tra assessorato al Turismo e operatori turistici, sul quale discutere le ragioni di chi giornalmente produce con passione, tradizione e cultura pezzi della nostra storia, permettendo a chi visita la nostra città di conoscere anche gli angoli più remoti del nostro meraviglioso centro storico”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!