Sicurezza in città. Il Comune dai carabinieri

Episodi di vandalismo più frequenti. Il Comune di Casarano ha chiesto un incontro con il Comando dei carabinieri

L’Amministrazione comunale ha chiesto al Comando della Compagnia dei carabinieri di Casarano un incontro per discutere, ed eventualmente avviare, un programma di sorveglianza dei siti pubblici sensibili della città. Non è stata ancora fissata la data, ma Palazzo dei Domenicani spera che si faccia al più presto, possibilmente questa settimana. Francesca Fersino, assessora alle Attività produttive e Sicurezza L’incontro dovrebbe tenersi tra gli assessori Francesca Fersino e Attilio De Marco, il comandante della Compagnia di Casarano, capitano Dario Pancrazio Vigliotta, e un rappresentante dei vigili urbani. Il governo cittadino è convinto che, negli ultimi tempi, gli episodi di vandalismo contro il patrimonio pubblico si siano intensificati e che quindi sarebbe necessario fare il punto della situazione con i responsabili dell’ordine pubblico. Attilio De Marco, assessore Arredo e Decoro urbano Solo negli ultimi giorni, sono stati segnalati tre casi clamorosi di beni comunali distrutti da atti di vandalismo. I commercianti di piazza Petracca hanno protestato per lo stato di degrado in cui sarebbe stata lasciata la zona dopo una manifestazione pubblica; tuttavia, la piazzetta, centrale e piena di negozi, è stata sempre obiettivo preferito dei vandali. Diversi cittadini hanno segnalato che la zona dei giochi dei giardini “William Ingrosso”, destinata ai bambini fino a 12 anni, è ormai inutilizzabile (giochi distrutti, arredi danneggiati ecc.), così pure gli attigui bagni pubblici e il locale annesso. Infine, i residenti di piazza Tamigi, piccolo angolo verde della periferia sud-est della città, si sono lamentati per lo stato di degrado in cui versa da tempo l’area: manca la sorveglianza e i balordi ne approfittano per distruggere gli arredi e le piante. L’amministrazione comunale ha espresso la volontà di cominciare a contrastare il fenomeno. “Questi atti di vandalismo sono stranamente più frequenti di prima –ha osserva l’assessora Fersino –; insieme al collega De Marco abbiamo chiesto un incontro con il capitano dei carabinieri per tentare un’azione sinergica tra carabinieri e vigili urbani con l’obiettivo di prevenire questi episodi. Speriamo di approntare presto un piano per garantire maggiore sicurezza – precisa l’assessore – in attesa che si concretizzi il progetto di videosorveglianza che stiamo preparando”. Si tratta di un progetto, già annunciato nei giorni scorsi, che dovrebbe coprire con telecamere diversi siti sensibili della città (giardini pubblici, scuole, monumenti ecc.) e che dovrebbe essere finanziato con fondi comunitari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!