Matino. Bomba contro la falegnameria

GUARDA IL VIDEO. La violenta esplosione ha provocato danni consistenti alla falegnameria “L’Artigiano” di Vinicio Carrozza e all’auto posteggiata di fronte. Ignoti gli autori dell’attentato

Alle due della scorsa notte, Matino si è svegliata di soprassalto. Ignoti hanno lanciato una bomba carta di fronte alla falegnameria “L’artigiano Sas” di Vinicio Carrozza in via De Gasperi, provocando ingenti danni. L’esplosione è stata talmente violenta che se ne è sentita l’eco anche a grande distanza. L’ordigno, realizzato esclusivamente con materiale esplosivo senza frammenti di metallo o altro, ha infatti totalmente distrutto il portone d’ingresso, annerendo le pareti esterne ed ha seriamente danneggiato la vettura di Carrozza, una Renault Megane di colore grigio metallizzato, posteggiata di fronte alla falegnameria. Anche alcune abitazioni vicine si sono ritrovate vetri e persiane rotti. Solo per un fortunato caso, nello scoppio della bomba carta non è rimasto ferito anche il proprietario, il quale si trovava all’interno dell’esercizio commerciale dal momento che si era fermato a dormire lì, dopo aver terminato un lavoro a tarda ora. Ai carabinieri di Matino e Casarano, che sono intervenuti sul posto oltre ai Vigili del fuoco di Gallipoli, ha riferito di non aver mai ricevuto richieste estorsive e di non avere idea di chi possa essere l’autore dell’attentato.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!