Surbo. Nuova commissione Pari Opportunità

Chiunque fosse interessato può inviare domanda entro mercoledì prossimo. La commissione resterà in carica per la durata del Consiglio Comunale

In via di rinnovo la commissione Pari Opportunità del comune di Surbo, che resterà in carica per la durata del consiglio comunale. La commissione comunale per le Pari Opportunità, il cui regolamento è stato approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 7 del 4 febbraio 2003, è istituita per la rimozione degli ostacoli che costituiscono discriminazione nei confronti delle donne e per la promozione e diffusione di una cultura delle Pari Opportunità tra uomo e donna e tra soggetti “deboli e forti” nella società. La commissione è composta, oltre che dalle consigliere elette nel consiglio comunale, da sette componenti eletti dal consiglio comunale, sulla base delle domande presentate, tra i cittadini segnalati da associazioni, gruppi, organizzazioni sindacali, culturali, del volontariato e della cooperazione operanti sul territorio, nonché tra i cittadini che ne fanno richiesta. Promuove la realizzazione di iniziative, ricerche, corsi di formazione ed incontri finalizzati alla comunicazione e alla diffusione dei temi connessi con le Pari Opportunità. Il regolamento della commissione Pari Opportunità è disponibile sul sito internet del comune di Surbo. Filomena D’Antini Solero invita chiunque sia interessato a far parte della commissione a presentare entro il 16.09.09 la propria candidatura con allegato il curriculum personale e ricorda, altresì, che la candidatura può essere proposta anche da associazioni e/o organizzazioni presenti sul territorio. In tal caso, dovrà essere corredata anche da una copia dello statuto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!