Nardò. “Scarsa attenzione agli eventi culturali”

Giovane Italia esprime il proprio parere, vicino a quello del consigliere Donadei, in merito alle polemiche apparse in questi giorni a margine della manifestazione Premio Battisti

Giovane Italia a margine della manifestazione Premio Battisti e delle polemiche apparse sulla stampa, coglie l’occasione per manifestare il proprio punto di vista, del tutto collimante con quello del consigliere comunale Salvatore Donadei. “AG Giovane Italia – dichiara Francesco Onorato, responsabile di Azione universitaria – considera insufficiente o quasi o l’impegno profuso dall’amministrazione comunale a favore della cultura, dell’intrattenimento e delle arti.” Manifestano stupore rispetto alle dichiarazioni rese dall’associazione Lucio Battisti, che, forse, a causa di una cattiva interpretazione, ha preso le distanze dalle parole del consigliere Donadei, il quale ha denunciato, proprio in occasione della manifestazione ciò che è sotto gli occhi di tutti: la scarsa attenzione riservata dall’amministrazione Vaglio agli eventi culturali e sociali. “Comprendiamo la volontà dell’associazione di rimanere distante dalle beghe politiche e sfuggire ad eventuali pressioni – spiega Pippi Mellone, presidente cittadino di AG Giovane Italia e vice coordinatore regionale – ma siamo convinti che Nardò non meriti di essere trattata così male! Che fine ha fatto, ad esempio, il concorso di idee per l’estate? Perché in tutti questi anni di amministrazione Vaglio non c’è mai stata una seria programmazione di eventi e, soprattutto, nel periodo estivo? Perché, così come ha dichiarato Walter Gabellone, presidente dell’associazione “Alla Conquista della Vita”, le iniziative di quest’ultimo sodalizio sono state snobbate? Perché sono stati fatti morire eventi di successo e a basso costo come il Soleada Festival o Nuvole di carta sulle Quattro Colonne? Eppure al comune sarebbero potute costare meno di una mostra di uccelli morti!” “Soprattutto per i tanti ragazzi che amano suonare o ascoltare musica di qualità, così come per coloro che amano la letteratura o l’arte – rincara Francesco Corbisiero, responsabile di Azione studentesca – e che non hanno la possibilità di spostarsi nel resto del Salento, dove questi eventi sono all’ordine del giorno e la promozione della Cultura è una priorità delle amministrazioni comunali, la disattenzione dell’amministrazione che governa la nostra città pesa come un macigno!”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!