Un punto dedicato ai tifosi

Al suo esordio in serie B, il Gallipoli gioca bene e convince. E regala un punto che il patron D’Odorico dedica ai sostenitori giallorossi

“Soltanto la instancabile frenesia finalizzata alla costruzione di una squadra sempre più equilibrata, sempre più forte e, se possibile, sempre più vincente ci ha distolto, nelle ore scorse, dal dedicare l’ottimo risultato ottenuto dal Gallipoli Calcio nell’impegnativa trasferta di Ascoli agli ultrà che ci hanno accompagnato, seguito e sostenuto in terra marchigiana e a tutti i tifosi che, in riva allo Jonio e nell’intero Salento, hanno trepidato e sofferto, insieme a tutti noi, dinanzi agli schermi televisivi. A nome di tutto lo staff che ho il piacere di coordinare, ringrazio la città di Gallipoli per l’energia positiva che ci ha trasmesso e che mi dicono essere stata davvero palpabile in città nei 90 minuti di durata della partita”. Con queste parole Daniele D’Odorico, presidente del Gallipoli calcio, società calcistica neopromossa in serie B, ha commentato il pareggio ottenuto lo scorso venerdì contro l’Ascoli, nella partita d’esordio del campionato cadetto. “L’entusiasmo che stiamo respirando – ha continuato – è contagioso e non può che farci bene, fermo restando il discorso che ho dato precise direttive di mantenere, come sempre, i piedi ben saldi per terra. Non nascondo che mi sarebbe piaciuto regalare ai gallipolini un successo storico da festeggiare tutti insieme al nostro ritorno dalle Marche, ma devo aggiungere che anche così va bene. Il primo punto della storia gallipolina nella cadetteria ha un sapore talmente inebriante che vogliamo condividerlo con tutta la città, con tutti i gallipolini e con tutti coloro che in terra salentina ci guardano con interesse e con passione. Avevo raccomandato al mister, allo staff tecnico e a tutti i giocatori – ha continuato D’Odorico – il massimo impegno perché ci tenevamo a cominciare bene, al fine di dimostrare che il Gallipoli vuole disputare il suo ruolo nel campionato in maniera dignitosa e onorevole, chiedendo a se stesso il massimo che può chiedere e non concedendo a agli avversari. Devo dire che così è stato e di ciò ringrazio tutti. Cominciare bene è stato importante dal punto di vista dello spirito, dell’entusiasmo, degli stimoli e dell’ambiente che si può e si deve creare all’interno e all’esterno dello spogliatoio. Mi sia consentito – ha concluso – anche ringraziare l’onorevole Vincenzo Barba per le bellissime parole espresse nei confronti del sottoscritto e del nostro progetto sportivo. Le sue dichiarazioni sincere e stimolanti ci daranno la carica per fare sempre più e sempre meglio nel presente e nel futuro”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati