Prima fiera regionale expo San Donato

Nei giorni 6, 7 ed 8 agosto prossimi si svolgerà la festa di San Donato vescovo e martire, il santo protettore di Montesano Salentino

Il Comune di Montesano Salentino comunica che nei giorni 6, 7 ed 8 agosto prossimi si svolgerà la Festa di San Donato Vescovo e Martire, il santo protettore del paese, sempre nell’ambito della stessa Festa, l’Ente locale organizza, per i giorni dal 5 all’8 agosto prossimi, la prima fiera regionale expo San Donato. Il culto di San Donato ha anche una giustificazione storica: secondo la leggenda, infatti, le origini di Montesano furono determinate proprio dal santo. Si racconta, infatti, che, nel secolo XVI, i coloni del marchese di Specchia, alla ricerca di un luogo in cui insediarsi, furono attratti da un territorio fertile nel quale si trovava una chiesetta con un’immagine di San Donato. Sembra che fu proprio la presenza di quella chiesetta a sollecitare la scelta dell’insediamento e, quando il primo agglomerato si trasformò in un casale, denominato Montesano grazie alla salubrità dell’aria e alla posizione leggermente elevata, gli abitanti vollero porsi sotto la protezione del Santo Vescovo. Fino a qualche decennio fa, nel luogo in cui sorge la cappella dedicata al santo, all’estrema periferia del paese, si verificava un fenomeno da alcuni paragonato al tarantismo: fin dal giorno della vigilia affluivano, da ogni parte della provincia, malati di epilessia, per lo più donne, che, dimenandosi, imploravano la grazia della guarigione dal “morbo sacro” detto anche “male di San Donato”. Numerose le aziende nazionali e regionali che parteciperanno alla Fiera Regionale Expo San Donato e che da mesi hanno prenotato lo spazio espositivo. L’iniziativa nasce dalla tradizione secolare della Fiera di San Donato, che ormai da alcuni anni si impone all'attenzione in un settore in continua crescita ed espansione; le fiere, infatti, rappresentano certamente una delle più importanti ed esaltanti scommesse per lo sviluppo economico del futuro che sia in grado di guardare meglio e con maggiori profitti alle proprie risorse. Gli amministratori comunali locali con la Fiera Regionale Expo San Donato, hanno pensato bene di allargare il panorama dei prodotti e delle aziende partecipanti all’appuntamento fieristico, con l’obiettivo di creare una vera e propria fiera campionaria, inquadrandola nel contesto economico di grande vetrina delle attività locali, senza dimenticare il puro intrattenimento dei tanti visitatori, che ogni anno non perdono l'appuntamento tradizionale. Il Salento, ma non solo, nel giro di pochi anni ha voluto investire fortemente sulla promozione del proprio territorio, addirittura del proprio marchio nel chiaro intento di perseguire una politica di sviluppo capace di attrarre a se non solo flussi di denaro ma anche e soprattutto interessi e stimoli di natura commerciale ed imprenditoriale. Le fiere che si tengono nel Salento sono in questo contesto il perno intorno al quale ruota tutto il discorso della pubblicizzazione dei prodotti salentini proponendosi quali vetrine prestigiose attraverso cui i nostri marchi e le nostre aziende varcano i confini territoriali per presentarsi su aree più vaste ed appetibili. Gli operatori del settore sono sempre più stimolati a migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi offerti proprio nell'ottica dell'ottimizzazione di tutto l'indotto che ruota intorno ad esso; e così, investire sui marchi della propria azienda diventa un investimento sicuro anche sul territorio nel quale l'azienda insiste e produce e sulla capacità imprenditoriale ed economica di tutto il Mezzogiorno d'Italia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment