Arte in Parabita. Festival di arti e scienze

Rivive, nell’edizione 2009, uno dei più brillanti e attesi appuntamenti dell’estate salentina. Il festival si svolgerà a Parabita dal 17 al 24 agosto

Arte in Parabita” mira ad approfondire il rapporto tra le arti e le scienze, realtà capaci, sempre più, di scambiarsi metodi e strumenti per comprendere il mondo. Con la partecipazione di Michele Placido, il Festival ARTEinPARABITA propone un fitto e variegato programma di spettacoli, eventi culturali, esposizioni d’arte e numerosi altri appuntamenti realizzati nell’incantevole cornice del centro storico di Parabita e della Piazza antistante la Basilica dedicata a Maria Ss. Della Coltura. L’arte, lo spettacolo, la cultura e le produzioni locali gli strumenti di cui il Festival ARTEinPARABITA intende servirsi per sviluppare il fil rouge che lega il mondo dell’arte a quello della scienza. Individuare la fitta trama di elementi che legano due mondi apparentemente opposti la mission dell’evento, attuata attraverso una proposta culturale coadiuvata dal patrocinio di numerosi enti, quali la Regione Puglia, la Provincia di Lecce, il Comune di Parabita, l’Università del Salento, la Camera di Commercio di Lecce. ARTEinPARABITA è un appuntamento che nelle precedenti edizioni, ha visto la partecipazione di artisti come Giorgio Albertazzi, Katia Ricciarelli, Raffaele Paganini, Sergio Rubini, Alessandro Gassman, Riccardo Scamarcio, Michele Mirabella, Enrico Brignano, lo stesso Michele Placido, Maurizio Micheli, Emilio Solfrizzi, Mario Biondi, ed anche per questa edizione 2009 non disattenderà le aspettative del suo pubblico. Due anteprime il 6 e 7 agosto apriranno l’edizione 2009 del Festival. Giovedì 6 agosto Ad aprire l'edizione 2009 di Arte In Parabita – festival delle arti e delle scienze (quest'anno legata ai 400 anni dalle prime scoperte astronomiche di Galileo) ci sarà il giornalista Vincenzo Mollica, con una mostra dal titolo “Scarabocchi in libera uscita”, una raccolta di fumetti di cui sarà possibile acquistare il catalogo in originale e una cartella con n. 4 serigrafie, produzione esclusiva di ArteinParabita. La mostra, allestita presso Palazzo Ferrari di Parabita, resterà aperta dal 6 al 24 agosto. Inoltre, alle ore 21,00 in p.zza Regina del Cielo, Vincenzo Mollica presenterà Prima che mi dimentichi di tutto dove sfoglierà il suo enorme archivio di interviste ed incontri, e tutta la sua esperienza ed i ricordi personali nel mondo dello spettacolo, presentandoli al pubblico. Le interviste, i ricordi, gli incontri con i più grandi artisti nazionali ed internazionali torneranno vivi nel racconto del giornalista. NOTE BIOGRAFICHE di VINCENZO MOLLICA Appassionato sin da ragazzo di fumetti, cinema e musicalmente affascinato dalla canzone d'autore si laurea presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano trascorrendovi gli anni nel Collegio Augustinianum. Nel 1980 entra a far parte della redazione del TG1 e realizza i suoi primi servizi sui personaggi di Walt Disney, sul cantautore Francesco De Gregori e sul regista Nanni Moretti. Amico dei fumettisti Milo Manara, Hugo Pratt e Andrea Pazienza, del regista Federico Fellini, della poetessa Alda Merini, dei cantautori Paolo Conte, Lucio Dalla, Francesco De Gregori e Francesco Guccini, spesso gli è stata affibbiata l'etichetta di essere un giornalista venato da “buonismo” esasperato, per i modi garbati e le domande e i commenti poco taglienti con cui si rivolge nelle interviste alle “star” dello spettacolo. Disegnatore egli stesso nel dicembre del 2006 ha esposto le sue opere al Complesso del Vittoriano a Roma. Da anni inviato speciale della RAI alla cerimonia del Premio Oscar di Los Angeles, ai festival del cinema di Venezia, Berlino e Cannes, cura la rubrica di approfondimento sullo spettacolo del TG1, DoReCiakGulp, in onda il sabato. Su Radio2 conduce Parole Parole, storie di canzoni, una serie di puntate radiofoniche in cui intervista i grandi autori ed interpreti della canzone italiana. Venerdi 7 agosto Michele Placido, alle ore 21,00 in piazza Regina del Cielo , presenterà in anteprima lo spettacolo “Mi ricordo. Je me souviens” di George Perec con Catherine Deneuve e Michele Placido, regia di Renato Giordano. Lo spettacolo “Mi Ricordo” è tratto dal volume di George Perec dal titolo Je me souviens. Il volume di Perec è un insieme di ricordi di un’epoca, storici, privati e pubblici, uniti e sovrapposti, quasi alla rinfusa. Assemblati quasi a caso, come quando si apre il baule dei ricordi e le foto e gli scritti di una vita escono fuori mischiati “come viene”, ma che, forse proprio per questo, diventano emblematici, pregnanti e suggestivi: Lee Oswald e Romy Schneider; Fausto Coppi con la sua dama bianca, l’omicidio di Sharon Tate, il maggio del ’68 ed il Biafra. Curiosità in ordine parso come il fatto che Warren Beatty sia fratello di Shirley Mc Laine o Fidel Castro abbia un passato da avvocato. La grandissima Catherine Deneuve ce li racconterà. La selezione verrà fatta tenendo conto di quali di questi ricordi possano essere considerati patrimonio comune e di ogni nazione e quali possano funzionare in immagine e musica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!