Porto Cesareo. Foscarini ritira dimissioni

Porto Cesareo ritorna ad avere il suo sindaco

Dopo 12 giorni di vacatio Vito Foscarini primo cittadino di Porto Cesareo ritira le dimissioni consegnate al segretario e direttore generale dell'Ente, dott.ssa Zanelia Landolfo lo scorso otto luglio, e torna a ricoprire il ruolo di maggiore responsabilità in seno all'amministrazione comunale. Risolti quindi i problemi di carattere personale alla base delle dimissioni del sindaco Foscarini e risolta definitivamente, anche la crisi politica all'interno delle forze trasversali (ex An, Pd, Udc ed indipendenti) che formano la civica “Porto Cesareo e Marine” dall'aprile del 2006 al governo del comune. “Dopo un'ampia consultazione e numerosi importanti e non più rimandabili confronti sui contenuti e sull'azione di governo futura, sviluppatisi in questi ultimi gironi con gli alleati di governo, con i consiglieri comunali, con i sostenitori del nostro movimento e sopratutto con i cesarini che ci hanno voluto alla guida della nostra amata città; unanimemente con tutte le forze politiche che hanno sostenuto sin dall'inizio di questa importante esperienza il percorso dell'amministrazione comunale; abbiamo deciso superando anche i problemi di carattere personale, di continuare l'azione amministrativa, garantendo alla comunità tutta la stabilità e le prospettive di cambiamento per lo sviluppo di Porto Cesareo. Ringrazio sopratutto i miei concittadini per i tanti attestati di stima che mi hanno fatto pervenire in questi lunghi e difficili 12 giorni di riflessione; a loro va tutta la mia gratitudine e l'incondizionato affetto; per loro e per il senso civico e rispetto delle istituzioni che caratterizza da sempre il mio modus operandi, oggi ho deciso di continuare la mia attività di primo cittadino: a tutti indistintamente un grazie di cuore. Un grazie per la ritrovata fiducia lo porgo anche ad ogni consigliere comunale, convinto e sicuro che ognuno di noi che anche da questa esperienza, saprà trovare le giuste motivazione per portare a conclusione il programma di governo avviato all'inizio del mandato e già a buon punto della sua esecuzione”. Ora all'amministrazione Foscarini non resta altro che rimboccarsi le maniche e riprendere il percorso già avviato prima della pausa di riflessione. Prossimi importanti e storici obiettivi da traguardare a breve, anche perchè i loro iter amministrativi sono in fase di ultimazione, saranno: il Pug (piano urbanistico generale) per il quale siamo alla stretta finale essendo nei scorsi giorni stata nominata dalla regione la Commissaria ad acta; il piano generale del porto e i progetti per il miglioramento delle strutture portuali già esistenti; la rete fognante ed il collettamento della stessa alla rete della città di Nardò; il piano di recupero delle Torri Costiere; il miglioramento delle infrastrutture della città (già stanziati 700mila eur per il rifacimento di strade) ed il project financing per la pubblica illuminazione; i progetti eco-sostenibile per il miglioramento della qualità della vita, il rispetto e la salvaguardia dell'ambiente; le azioni di marketing comunicazione e sviluppo legate all'Amp ed alla Riserva regionale orientata palude del conte e Duna Costiera, la promozione del cartellone di eventi e manifestazione già approvato per l'estate 2009.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!