Tuglie. Due giorni per la Madonna del Carmine

Continua, a Tuglie, la festa della Madonna del Carmine. Ieri la processione con bambini vestiti da angioletti; oggi a suon di musica

Per Tuglie oggi sono i giorni dedicati alla Madonna del Carmine e la città si veste a festa, come per la migliore delle occasioni. Alle 20.30 circa di ieri, dopo la messa presieduta da mons. Domenico Caliandro, Vescovo di Nardò-Gallipoli, si snoderà la solenne processione con la statua della Vergine, meglio nota come “Processione degli Angeli”. Ad essa partecipano decine e decine di bambini vestiti di angioletti con corone floreali illuminati da piccole lampadine. Ed ecco che l’affresco degli angeli presente nella chiesa delle Anime, si anima, attraverso la rappresentazione offerta dai bambini-angioletti, ed accompagna la statua della Vergine per le strade di Tuglie arricchite, per l’occasione, di luci, spari, festoni di luminarie, ghirlande di fiori e di carte colorate, lancio di petali di fiori e di striscioline di carta colorata con espressioni di acclamazione a Maria. La statua, che in questi giorni è impreziosita di oggetti d’oro tutti saldamente fissati su un’ampia fascia serica che viene posta sulla statua, insieme alle corone e agli abitini con ricami in oro, al termine della processione è accolta dal canto dell’Ave Maria e da un grandioso spettacolo pirotecnico. La serata è stata allietata in Piazza Largo Fiera dal concerto bandistico “Città di Taviano”. Per stasera il programma prevede: musica. Si partirà con le esibizioni della banda della città di Taviano. Ma la conclusione della festa è affidata ai ritmi tradizionali degli Alla Bua. In concerto in largo Fiera a partire dalle ore 22.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!