Un esecutivo con l'acqua alla gola

Giovedì 23 luglio si terrà il primo consiglio provinciale. Prima di quella data, ci sono ancora dei nodi da sciogliere. Ma Gabellone rassicura: “entro fine settimana la giunta provinciale”

Gabellone rassicura che al termine della settimana la propria giunta sarà pronta: “Il lavoro preparatorio di questi giorni, che condurrà alla formazione ed alla presentazione della Giunta Provinciale è indirizzato ad una scelta equilibrata, condivisa e funzionale delle esigenze di governo dell’Ente”. Ma il tempo stringe, la data ultima per la convocazione del consiglio provinciale dovrebbe essere giovedì 23 luglio. “La riflessione di questi giorni – continua – è frutto di questo percorso, che mi consentirà di rispettare i tempi assegnatimi dalla legge ottimizzando tutti questi criteri, per incamminare con immediatezza l’amministrazione Provinciale sulla strada dell’applicazione del programma di governo per la Legislatura”. 13 luglio 2009 La giunta? Entro il 23 Sembra voler fare le cose per bene, Antonio Gabellone, neo-presidente della Provincia di Lecce. Che non cede alla fretta ma preferisce prendersi tutto il tempo necessario per ponderare al meglio la composizione della “sua” giunta. Giovedì 23 luglio a Palazzo dei Celestini si terrà il primo consiglio provinciale, durante il quale verrà sviluppata la classica scaletta di punti all’ordine del giorno: la convalida egli eletti, il giuramento del presidente, la presentazione della giunta. Ecco, appunto, la giunta. Essa dovrà, dunque, inevitabilmente essere stata decisa entro il 23. E di nodi da sciogliere il presidente ne ha diversi. Primo fra tutti, quello delle quote rosa. Le assessore dovrebbero essere tre; ma al di là di Simona Manca, coordinatrice provinciale del movimento “La Città” legato ad Alfredo Mantovano, che, ad oggi, sembra la più accreditata alla nomina, le identità delle altre due sono ancora in fase di decisione. Un altro nome rosa potrebbe finire in carico alla lista La Puglia prima di tutto che, però, ha già due eletti aspiranti assessori (Mino Miccoli e Pierluigi Pando). La terza nomina potrebbe essere svincolata da liste, una sorta di assessorato tecnico che non scontenti nessuno. Insomma la questione sembra ancora in alto mare; i grattacapi per Gabellone non sono ancora finiti. Una certezza c’è: giovedì 23 il consiglio si riunirà. A prescindere da chi saranno gli assessori designati.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment