Nero senza virgola

Un piccolo grande pezzo di colonna sonora del '900 e un omaggio nascosto di un regista italiano

Qui il nero è il punto di vista della depressione. In questo caso potrebbe essere causata da un preciso evento luttuoso: c’è una fila d’auto, dei fiori e un amore che non tornerà, proprio come quei fiori lì. Un funerale, dunque? Ma la depressione arriva anche con pretesti meno funesti (si accontenta e gode). Poi si ripete, giorno dopo giorno, come una nuova nascita. E quando tutto il mondo ti si fa nero, diventa difficile guardare in faccia la realtà, perfino le ragazze nei loro abitini estivi. Pare che i Rolling Stones l’avessero pensata più lenta e che, a un certo punto delle prove, abbia preso ritmo e velocità per uno scherzo del bassista Bill Wyman all’organo, seguito da Charlie Watts alla batteria. Ci penserà Brian Jones a introdurre il sugello indimenticabile del sitar. Il resto è storia. “Paint it Black” (senza la virgola che erroneamente fu stampata sul primo disco: “dipingi, negro!” invece di “dipingilo di nero”, roba da matti!) è un marchio del ‘900, assieme a Picasso, Chaplin e gli oggettini di plastica. L’omaggio più bello gliel’ha dedicato Gabriele Salvatores in questa scena di cui un po’ è debitrice anche questa rubrica (che per ora se ne va in vacanza).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!