Orlando Innamorato da premio

Oggi a Palazzo Adorno la cerimonia di premiazione del Festival

Questa mattina alle ore 11, a Palazzo Adorno la cerimonia di premiazione del “Festival Orlando innamorato” promosso dall'Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce con i Comuni di Ugento, Aradeo, Tricase e Maglie e realizzato grazie ad un finanziamento dell’assessorato del Mediterraneo della Regione Puglia, nell’ambito della programmazione dei fondi FESR. La giuria, composta da Egidio Pani, Nicola Marrone, Massimo Lecci e Maria Rosaria De Lumè, ha assegnato i seguenti premi: -miglior attore: Joel Thibeault -miglior attrice: Kassia Galick -per la regia: Annamaria Rodigliano -per i costumi: Rosanna Calcagnile -per le musiche: Ron McIntyre -per il testo: Paolo Tartamella Una menzione ufficiale, inoltre, è stata rivolta alla direzione generale di Iberotel Apulia che ha sostenuto il progetto. Il Festival, che si è svolto ad Ugento dal 3 al 5 luglio con relative repliche nei Comuni di Aradeo, Maglie e Tricase sotto la direzione artistica del regista italo americano Vittorio Capotorto, prevedeva laboratori di musica, danza, scenografia, foto/video e recitazione affidati ad artisti di assoluto prestigio quali Ron McIntyre, Quincy Junor, Bruno Garofano, Fabio Donato e lo stesso Vittorio Capotorto. Il momento più significativo dell’intero progetto è stato la messa in scena de “Le Isole lontane” tratto dall’Orlano innamorato, affidata ad un gruppo di attori americani e canadesi della Columbia University, che nel corso delle prove hanno dovuto imparare la lingua di Boiardo. Alla cerimonia di consegna dei premi parteciperanno oltre agli artisti, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, il sindaco di Ugento, Eugenio Ozza, il presidente dell’Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce, Maria Rosaria De Lumè, i sindaci dei Comuni di Aradeo, Maglie e Tricase e i componenti della giuria del Festival Egidio Pani, Nicola Marrone e Massimo Lecci.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment