Dal Canada a Matino per l’olio Barone

Partenership tra una delegazione canadese e una delle imprese storiche del territorio salentino. Oggi la visita guidata al frantoio dell'antica olearia Barone

A un anno dal “Programma di formazione e affiancamento per le imprese pugliesi” delle filiere agroalimentare e TAC (Tessile-Abbigliamento-Calzature), organizzato dall’Istituto nazionale per il Commercio Estero e dalla Regione Puglia – Assessorato allo Sviluppo Economico e Innovazione Tecnologica, a sostegno delle imprese locali per favorirle nel processo di internazionalizzazione della loro attività, ecco i primi arrivi dall’estero. Sono infatti canadesi i primi potenziali compratori e osservatori esteri giunti in Puglia per toccare con mano i nostri prodotti tipici. Tra le aziende del Salento però, l’unica a partecipare al Programma nel settore agroalimentare è stata l’ “Antica Olearia Barone” , azienda di Matino che oggi incontrerà la delegazione canadese e la accompagnerà nella visita del suo antico frantoio ipogeo e nella degustazione del proprio olio. La delegazione canadese arriverà a Matino attorno alle 16,30 per una visita guidata dell’azienda, del frantoio ipogeo e del centro storico di Matino. Poi, per le 20,30 è prevista la cena con degustazione guidata dell’olio d’oliva al ristorante “La Giudecca” a Gallipoli, alla presenza delle autorità locali, il sindaco di Matino, Giorgio Primiceri e di quello di Gallipoli, Giuseppe Venneri.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment