Vertice Adelchi. Firme e sfiducia

Riunione urgente in Provincia alle 12 di oggi. I sindacati firmano. L'azienda non presenta il piano di rientro

Sono sfiduciati i rappresentanti sindacali dei lavoratori del Gruppo Adelchi. Alle ore 12 di oggi, in Provincia, si è tenuto l'incontro tanto atteso, convocato d'urgenza. Nel corso dell'incontro alle firme dei sindacati del suolificio del gruppo Adelchi Gsc plast si sono aggiunte anche quelle del Crc e della Nuova Adelchi. La cassa integrazione è dunque confermata per un anno. Ciò, tuttavia, non fornisce certezze sul destino dei tanti lavoratori toccati dalla crisi. Al vertice di stamattina, infatti, i rappresentanti dell'azienda si sono presentati sprovvisti del piano di rientro, promettendo di elaborarlo entro il 15 settembre. L'attesa non è dunque finita qui. 8 luglio 2009 Adelchi. Oggi l'atteso vertice Poche ore e si conoscerà il destino di 500 famiglie. Sono quelle dei lavoratori presso il gruppo Adelchi. Si terrà alle ore 12 di oggi, infatti, il tanto atteso vertice sul tema convocato d'urgenza in Provincia. 7 luglio 2009 Adelchi. Domani alle 12 la resa dei conti Si è forse finalmente in dirittura di arrivo. Domani mattina alle ore 12 è prevista una riunione urgente in Provincia. Forse Crc e Nuova Adelchi firmeranno. La convocazione, come previsto, c'è stata. L'ultima parola spetterà ai sindacati. 7 luglio 2009 Adelchi. Solo una firma La protesta persiste ma assume toni più morbidi. Nel tardo pomeriggio, infatti, i sindacati del suolificio del gruppo Adelchi Gsc plast hanno apposto la loro firma. Mancano ancora le firme del Crc e della Nuova Adelchi. Ma nei prossimi giorni è molto probabile che le firme arriveranno, i sindacati attendono solo la convocazione. Il piano di rientro ancora manca, ma in assenza di firma si rischiano di perdere i soldi della cassa integrazione straordinaria speciale, un sussidio previsto dalla legge in casi di crisi conclamata. Un rischio che gli operai non possono correre. Si attendono le firme mancanti quindi. E ci sono grosse possibilità che arrivino. Con o senza piano di rientro. 6 luglio 2009 Adelchi. Salta l’accordo. Continua il presidio Continua la protesta degli operai Adelchi. Si è tenuto oggi presso la provincia di Lecce, in via Salomi, l’incontro tra le rappresentanze sindacali e l’azienda. In quest’occasione si sarebbe dovuto ratificare l’accordo stretto a Roma, mercoledì scorso, grazie al quale è stato preso l’impegno da parte delle Istituzioni, di prolungare di un anno la cassa integrazione straordinaria speciale. Però, l’azienda oggi non ha fornito agli operai un piano di rientro alla cassa integrazione, passaggio previsto dalla Legge. La ditta nel corso dell’incontro ha comunicato ai suoi dipendenti che non ha accesso al credito e non può quindi garantire agli operai una normalizzazione della situazione da qui a un anno (data di scadenza della cassa integrazione). Niente firma quindi. A meno che non ci si metta d’accordo per una data. E intanto la protesta continua. 4 luglio 2009 Adelchi. Continua il presidio degli operai Non sono bastati i risultati positivi dell'incontro di mercoledì al Ministero del Lavoro a Roma, nè le parole di Antonio Gabellone e Ugo Lisi. Gli operai Adelchi non si fidano e vogliono un'azione concreta che confermi gli impegni presi dall'azienda. Non si arrendono e perdurano nel loro stato di agitazione all'ingresso principale del calzaturificio di Tricase. Solo la firma del nuovo accordo tra Adelchi e i sindacati potrà fermarli. Ma si dovrà attendere lunedì.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!