Un rimpasto senza confronto

Antonio Buccoliero condanna il gesto del governatore, ritenendolo carente di confronto e dialogo

“Non si può procedere ad un azzeramento della giunta regionale e al suo conseguente rimpasto senza un pieno e democratico coinvolgimento dei partiti che, fino ad oggi, non hanno esitato a confermare la fiducia al Governo Vendola”. È quanto dichiara Antonio Buccoliero. “Se il presidente Vendola – prosegue Buccoliero – ha sottolineato che non vi è alcuna parentela tra la questione morale e gli assessori uscenti, c'è sicuramente, da un punto di vista politico, l'assoluta condanna morale per un azzeramento dell'esecutivo e per un suo successivo rimpasto, che ha tenuto completamente fuori i partiti che, secondo il volere degli elettori pugliesi, hanno sostenuto, fino ad oggi, il percorso di Vendola. Coinvolgere i partiti, aprire al confronto e al dialogo, sarebbe stato un segno di rispetto non solo nei confronti dei rappresentanti politici che compongono la maggioranza, ma anche e soprattutto nei confronti degli cittadini pugliesi che, con il loro voto, hanno disegnato la mappa del consiglio regionale. Probabilmente – conclude Buccoliero – il percorso politico di Vendola, da qui ai prossimi mesi, sarà incentrato su ben altri ragionamenti, che poco o a hanno a che vedere con il rispetto della volontà popolare e, di conseguenza, della democrazia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!