Bicitour. Primo appuntamento lunare

“Attraverso il paesaggio” è alla IX edizione. Camminare lentamente per osservare l'ambiente. Un programma di visite guidate, quest'anno sotto la luna

“Attraverso il paesaggio” è un programma di visite guidate nel comune di Nardò. Camminare lentamente, osservare l'ambiente circostante, godere del fresco della pineta e della brezza del mare nel parco di Portoselvaggio – Palude del Capitano e della bella grotta del Fico a Santa Maria al Bagno è un modo per affrontare la calura estiva e per entrare nel territorio in punta di piedi, in compagnia delle guide ambientali escursionistiche di avanguardie. Le visite si svolgono in orario pomeridiano e notturno e affrontano molte questioni come il motivo per cui i nostri antenati preistorici già 110.000 anni fa avessero scelto di vivere dove oggi sorge un'area protetta, oppure i cambiamenti climatici e la “sindrome della zanzara”, la flora e la fauna locale con il loro corredo di personaggi mitici e mitologici, il carsismo e l'abbondanza di grotte lungo la costa neretina. Da non perdere soprattutto le storie raccontate sotto la luna piena e in occasione delle stelle cadenti. Tutti gli appuntamenti con Attraverso il paesaggio meritano di essere seguiti. Un'altra delle proposte di avanguardie sono i bicitour, percorsi facili, adatti a tutti – bambini compresi – e si svolgono lungo tre itinerari diversi. Giardini segreti si snoda tra gli tra ulivi secolari e le antiche ville delle Cenate, località neretina famosa per l´eclettismo dei suoi edifici storici. Lungo questo percorso gli aspetti paesaggistici si fondono con quelli architettonici. Si pedala adagio lungo viabilità minore rintracciando l´eco di lussi antichi e di un rinnovato modo di intendere il turismo, ripercorrendo la storia del guiardino fin dalle sue origini fino ai giorni nostri. Tra pietre e masserie è un bicitour storico e paesaggistico che propone di conoscere varie tipologie di masserie lungo percorsi antichi e strade del vino. L'essenza di questo nuovo tracciato è incastonata tra elementi della memoria umana – fatta di strutture rurali come casini, furnieddhri, trozze, colombaie e masserie – ed elementi della memoria geologica del territorio, la roccia, la terra ed i fossili. Portoselvaggio è un bicitour naturalistico che attraversa la parte alta del Parco Regionale Naturale di Portoselvaggio e Palude del Capitano, tra Masseria Torre Nova, Villa Tafuri e il belvedere di Torre dell´Alto. Spettacolari affacci sul mare caratterizzano questo percorso altamente scenografico. I dislivelli sono sempre contenuti in pochi metri e per chi non ha la bicicletta con sé o non la vuole portare, ci sono le bici di avanguardie, da donna, da uomo, da bimbo ed i seggiolini per diverse fasce di età e peso.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!