Carnevale della fantasia. Numero 11

Novità per il Carnevale organizzato dalla Pro Loco

E’ tornato anche quest’anno il consueto appuntamento casaranese con il Carnevale. Con un percorso nuovo e premi più ricchi per i vincitori della sfilata

Il “Carnevale della fantasia” è giunto all’undicesima edizione ed ha rotto la tradizione rivoluzionando il percorso. La parte finale della manifestazione, infatti, non si svolge più in piazza Umberto I (giardini comunali), ma in piazza Indipendenza, tra i palazzi in stile liberty e l’obelisco di San Giovani elemosiniere. Partenza del colorato corteo – formato da sei coppie mascherate, 12 gruppi e sei carri allegorici – alle ore 14 da via Giusti, nei pressi dell’ospedale. La sfilata, poi, si è spostata su viale Ferrari e ha proseguito il percorso tradizionale su via Bari, via Matino e corso XX Settembre. Sul corso, però, c’è stata la deviazione verso via Solferino e poi si è proseguito per piazza San Domenico, via Dante e, infine, piazza Indipendenza. La Pro Loco, organizzatrice dell’evento, ha aumentato il montepremi: al carro allegorico vincente andranno 5mila euro, 3.600 euro al secondo, 2.300 al terzo; per la categoria gruppi mascherati, il primo classificato vincerà 2mila euro, il secondo 1.500, il terzo 1.200 (in questa categoria saranno premiati i primi dieci); la coppia vincente si porterà a casa 150 euro. Si tratta di premi considerevolmente maggiori rispetto al passato a conferma del successo che la kermesse riscuote non solo in città ma in tutto il sud Salento. In piazza Indipendenza, di fronte al palco della giuria, è stata allestita una gradinata per un totale di 300 posti (biglietto d’ingresso 2 euro). Inoltre, come le scorse edizioni, è stata indetta una lotteria a premi. Anche quest’anno, alla sfilata partecipano il gruppo delle majorettes di Veglie, gli sbandieratori di Oria, gli artisti di strada “Saltimbanchi Salentini” e il concerto bandistico “Città di Casarano – don Otello de Benedictis”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!