Note per la notte. Ecco i vincitori

Tre nuove band sul palco della Taranta

Si è concluso il concorso nazionale Note per la Notte, in collaborazione con il Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (Mei), dedicato a giovani band che rielaborano la musica popolare. L’iniziativa rientra nel progetto La Taranta nella Rete, organizzato da dal Comune di Melpignano in collaborazione con Istituto Diego Carpitella, nell'ambito del programma “Rete dei Festival aperti ai giovani”, promosso dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e sostenuto dal Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni. Al concorso hanno aderito musicisti da ogni regione d’Italia, in particolare dalla Val d’Aosta, Piemonte, Sardegna, Abruzzo, Lazio, Sicilia per contendersi la possibilità di esibirsi durante il Concerto della Notte della Taranta 2009, sul palco di Melpignano e nelle giornate del festival itinerante nella Grecìa Salentina. La giuria composta da Sergio Blasi – Sindaco del Comune di Melpignano, Sergio Torsello – consulente scientifico dell’Istituto Diego Carpitella, Vincenzo Santoro – responsabile ufficio cultura dell’ANCI, Nando Popu – voce dei Sud Sound Sistem, Osvaldo Piliego – direttore della rivista musicale CoolClub.it, Francesco Farina – giornalista del Corriere del Mezzogiorno e Giordano Sangiorgi – direttore del MEI, ha deciso di assegnare il principale riconoscimento al gruppo Iubal Kollettivo Musicale con il brano La ballata di Roberto; la giovane band di Aosta formatasi nel 2003 avrà la possibilità di esibirsi il 22 agosto sul palco della Notte della Taranta a Melpignano (Le). Secondo la giuria Iubal Kollettivo Musicale incarna appieno il senso di “Note per la notte”. La band riesce infatti a conciliare stilemi tipici della musica popolare e una visione moderna delle strutture ritmiche e melodiche. Nonostante la giovane età la formazione dimostra un’ottima padronanza tecnica e una buona conoscenza della tradizione cantautorale italiana. La loro musica ha le radici immerse nella musica occitana ed è allo stesso tempo attenta alla nuova musica, il combat folk, ma anche il progressive e il rock. Otre alla rielaborazione di temi ascrivibili alle musiche di tradizione Iubal Kollettivo Musicale sperimenta linguaggi musicali diversi creando un pastiche sonoro a suo modo originale. Interessante è la ricerca nei contenuti dei testi che attualizzano le tematiche sociali (o meglio di lettura della realtà) tipiche della musica popolare, che nelle loro canzoni diventano specchio della contemporaneità. Gli altri due vincitori, che si esibiranno all'interno del Festival itinerante della Notte della Taranta (che precede il concerto del 22) sono Dj-Bellezza con il brano La legge di Uccio e Rione Junno con il brano Figlia Figlia. Ecco un estratto delle loro biografie artistiche. Il gruppo Rione Junno è costituito da giovani interpreti esperti nelle tecniche musicali derivanti dallo stile garganico. Monte Sant’Angelo (Foggia/PUGLIA) è uno dei centri fondamentali legati alla magia del tamburello e della chitarra battente. Proprio Monte Sant’Angelo e il suo rione “Junno”, il quartiere di epoca pre-romana da cui prende il nome, sono il punto di partenza della ricerca del gruppo che ne ha riscoperto storia ed usanze con un occhio particolarmente attento alla musica, al canto, al ballo e agli strumenti della tradizione. Il loro album Tarant Beat Project (Rai Trade/Cni 2008) è il frutto dell’intenso lavoro del gruppo. Il disco nasce dalla voglia di accostare due realtà apparentemente incompatibili come la taranta, la più sentita e radicata espressione musicale della terra meridionale, e il contemporaneo “beat” elettronico. Dj Bellezza muove i primi passi nel Salento come breakers avvicinandosi alla cultura hip hop. Verso la fine del 1998 inizia l' avventura nel mondo del pc recording avvicinandosi direttamente alla composizioni di sound ormai affermati con contaminazioni di musica popolare (pizzica pizzica) nel frattempo collabora con vari gruppi ed artisti della scena etno locale tra cui il gruppo salentino Mascarimirì . Nel frattempo produce e dj del gruppo hip hop salentino Resina Sonora che abbandona nel dicembre 2007. Attualmente collabora con il gruppo elettrowhorld dei Transalento ed il neo nato gruppo Salento brass project. Nell'ambito di Note per la Notte è prevista la realizzazione di una compilation con la “top ten” dei brani in concorso. Il Cd sarà pubblicato da Squilibri Edizioni e sarà diffuso in circuiti di distribuzione nazionale nel 2010

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!