L'occhio del cinema del reale sulla Grecia

Musikì. A Sternatia la notte bianca di cinema e musica

Archivio Cinema del reale, progetto di Big Sur, laboratorio di immagini e visioni, presenta a Sternatìa “Musikì! Notte bianca di cinema del reale”, la notte in cui suoni e visioni cinematografiche si fonderanno fino all’alba. L’evento si inserisce all’interno del progetto culturale “La Taranta nella Rete”, nell’ambito del programma Rete dei Festival aperti ai giovani, promosso dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e sostenuto dal Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, è organizzato dal Comune di Melpignano in collaborazione con Istituto Diego Carpitella ed è realizzato in collaborazione con il Comune di Sternatia. “Musikì” è una notte ideata a conclusione del seminario/laboratorio “Filmare la musica e il territorio”, che mira ad approfondire poetiche e pratiche dell'attività di filmaker. Il seminario, condotto da Paolo Pisanelli. Paolo Pisanelli, è finalizzato all'esplorazione filmica del territorio della Grecìa Salentina e alla realizzazione di documenti audiovisivi su canti, suoni, musiche tradizionali e di sperimentazione. La rassegna si propone di raccontare il territorio pugliese e salentino attraverso viaggi musicali e visioni cinematografiche che percorrono tra passato e presente, tra luci e ombre, i diversi territori dell’affascinante regione protesa al centro del Mar Mediterraneo. Sconfinando in Lucania e nei Balcani, si affrontano attraverso la musica temi civili, religiosi e sociali che riguardano tutto il Sud Italia e i paesi del Mediterraneo, si raccontano storie riguardanti uomini e donne per riflettere su lavoro, migrazioni, guerre, realtà politiche e sociali, visioni e invenzioni barocche… “Non si vive senza musica!” diceva il filosofo Friedrich Nietzsche, che ne esplorava il lato dionisiaco. La musica serve a vivere, guarire, amare, lavorare, accogliere, protestare, lottare: la musica e il cinema servono a inventare il tempo, a comunicare tra popoli e continenti, ad abbattere confini, a ritrovare l’unità nelle diversità. La musica e il cinema possono formare e trasformare, segnare il ritmo della vita, della trasformazione di un corpo contadino in operaio, possono raccontare la poesia del sole che si incontra con la luna, la violenza di un territorio distrutto dagli abusi, le normalità e le follie quotidiane… La musica e il cinema hanno una forza rivoluzionaria: possono liberare l’anima e il corpo , possono far ballare gli occhi e i piedi, possono far sentire liberi… “La libertà deve essere il primo obbiettivo di un uomo e della sua democrazia” ripete sempre il Professor Vittorio De Luca, filosofo della vita. Così in questi tempi bui e poveri di democrazia, servono musica e cinema per fare una notte bianca e pe’ passa’ a nuttata. Gli autori dei film sono i grandi maestri del cinema documentario italiano (Del Fra, Mingozzi), affermati filmakers (Missio, Bassano, Pisanelli), esordienti di valore (Soranzo, Greco; Epifani), appassionati cineamatori (Ledda, Lenzi) e un famoso etno-musicologo (Carpitella). Saranno presenti alla manifestazione gli autori dei film in programma e il filmaker e direttore artistico di Cinema del reale Paolo Pisanelli, ma anche cantori e musicisti eccezionali, appartenenti a generazioni diverse. Durante la rassegna la musica dal vivo interagirà con le immagini cinematografiche: parteciperanno il gruppo Triace, I cantori di Villa Castelli (Vitucc’ de Carcagn’, Giandomenico Caramia, Francesco Barletta e la partecipazione di Mario Salvi), Mimmo Epifani, Donatello Pisanello, Antonio De Luca e Silvia Lodi, Claudio Prima, Cesare Dell’Anna. Cinema del reale è un progetto dedicato agli autori e alle opere cinematografiche e video che offrono descrizioni e interpretazioni personali e singolari delle realtà passate e presenti nel mondo e rivelano generi documentari differenti: film sperimentali, film-saggio, diari personali, film di famiglia, grandi reportage, inchieste storiche, narrazioni classiche, racconti frammentari… Opere di autori riconosciuti o meno noti, con diversi orizzonti geografici, politici e culturali, sono espressione di un cinema “povero”, ma capace di sperimentare ogni possibilità di linguaggio audiovisivo e dotato di straordinarie capacità inventive e comunicative. Archivio Cinema del reale ha realizzato eventi e rassegne cinematografiche che mirano a promuovere e diffondere la conoscenza del cinema documentario italiano all’estero, in collaborazione con istituti italiani di cultura, università, fondazioni e associazioni. Tra le esperienze realizzate: New York febbraio 2007 (in collaborazione con Scuola di Sceneggiatura Tracce e Casa Italiana Zerilli-Marimò), Cracovia 2008 (in collaborazione con Muzyka i Swiat Festival, Istituto Italiano di Cultura di Cracovia e Manggha Centrum – Istituto di Cultura Giapponese a Cracovia), Berlino 2009 (in collaborazione con Zeughauskino Kinemathek , Università popolare di Berlino e con Babylon Kino). La rassegna “Viaggi in Puglia”, presentata per la prima volta a Berlino nel febbraio 2009 e a Roma nel marzo 2009 in collaborazione con Apollo 11, ha costituito un traguardo di livello internazionale per la diffusione di un progetto culturale che con La Festa di Cinema del reale ha già registrato dal 2004 a oggi un grande successo di critica e pubblico nell’ambito del Festival delle culture migranti Salento Negroamaro, e rappresenta un evento originale nel panorama cinematografico nazionale e dell’area del Mediterraneo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment