Alice Taticchi è la più bella

La giunonica diciannovenne di Perugia è Miss mondo Italia 2009

La nuova splendida Miss che rappresenterà l'Italia alla finale internazionale di Miss World in programma il prossimo 12 dicembre 2009 a Johannesburg in Sud Africa, è stata incoronata dalla presidente della giura di qualità Elsa di Gati giornalista e conduttrice Rai e da Alessandro Magrino per Maria Cristina Sterling official partner dell'evento. Giancarlo Magalli ed Antonella Caramia, hanno brillantemente condotto uno spettacolo di successo svoltosi nell’incantevole cornice dell'area portuale di Gallipoli “Bleu Salento” di fronte ad un luccicante ed affascinante Jonio. Gremito in ogni ordine di posti il parterre vip e la platea; oltre 5000 gli spettatori e tanti i personaggi importanti del mondo della politica, del giornalismo e dello spettacolo. Alice è alta 184 centimetri, capelli castani, occhi castano-verdi e fra qualche giorno si diplomerà presso il Liceo Scientifico “Alessi” del capoluogo Umbro. Oltre ad un fisico statuario Alice parla correttamente tre lingue, si interessa di economia, ha una dizione praticamente perfetta, una presenza scenica ed un portamento di alto profilo. Proprio Alice Taticchi tra l'altro è stata una delle tre Miss Mondo Italia che nei giorni scorsi hanno posto ai media internazionali presente a Lecce in occasione del G8 economico-finanziario, un quesito al ministro delle finanze Tedesco Peer Steinbrueck sul mancato accordo Fiat Opel. Lettea che in poche ore ha praticamente fatto il giro del pianeta. Alice ama suonare il pianoforte ed è un ex giocatrice agonista di volley. Da oggi cala definitivamente il sipario sulla kermesse di bellezza che dal 30 maggio, con ben 120 ragazze provenienti da ogni angolo della penisola, ha fatto tappa nelle strutture della catena Caroli Hotels e reso ancora più affascinante la “Città Bella”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!