Ai Koreja il premio della critica 2009

Prima dei tanti impegni internazionali ai Koreja il merito di ricevere un prestigioso premio

Sarà consegnato venerdì 12 giugno presso il nuovo teatro Era di Pontedera, il prestigioso premio della critica 2009 ai Cantieri Teatrali Koreja di Lecce assegnato dall’Associazione Nazionale Critici di Teatro per l’attività svolta dal gruppo leccese. Il riconoscimento arriva a pochi giorni dal Premio Eolo che riconosceva “Paladini di Francia”, una delle ultime produzioni, come miglior spettacolo dell’anno 2008. I Cantieri Koreja saranno premiati insieme ad attori e artisti di particolare prestigio come Glauco Mauri (Premio Paolo Emilio Poesio), Peter Stein, Robert Lapage, Massimiliano Fuksas, Luca Ronconi, Massimo Popolizio, Laura Marinoni , Marcido Marcidoris, Muta Imago. Le motivazioni del premio saranno rese note nel corso della cerimonia ufficiale cui prenderà parte il direttore organizzativo, Franco Ungaro. “Siamo tutti felici di questi riconoscimenti che ci vengono assegnati, a testimonianza di un progetto artistico e culturale che si consolida soprattutto grazie ai sacrifici e alla passione di quanti ci credono e spendono per esso tutte le loro energie migliori. Fuori dallo star system mediatico e senza inseguire il consenso e l’audience a tutti i costi, è possibile costruire ancora pratiche artistiche che diffondono senso e valori per una comunità che guarda al teatro come necessità di vita. Nelle prossime settimane lo spettacolo “La passione delle troiane” sarà presente in festival prestigiosi come L’Arlecchino d’Oro a Mantova ( 26 E 27 giugno), l’Ancient Greek Drama Festival di Cipro (7 e 8 luglio), nel prestigioso Sito Archeologico di Butrinti (Albania) il 12 luglio e a Tivat (Montenegro) nell’ambito del Festival Purgatorije – Summer Stage il 14 luglio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!