Sei avvisi pubblici per 7 milioni di euro

La Provincia di Lecce, prima in Puglia, ha pubblicato gli avvisi pubblici oggetto della delega in materia di formazione professionale

Palazzo dei Celestini, ha pubblicato sei bandi per la presentazione di progetti di formazione, da parte di enti ed organismi accreditati dalla Regione Puglia, da far valere sugli assi Occupabilità, Adattabilità e Capitale Umano. I bandi, già pubblicati sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia (BURP) il 25 maggio, sono, appunto, oggetto del trasferimento regionale alle Province in materia di formazione professionale. “E’ la dimostrazione che le Province, e la Provincia di Lecce in particolare, si sono impegnate per svolgere appieno il ruolo che è stato loro assegnato”, dichiara Giovanni Pellegrino, che ha tenuto la delega alla formazione professionale. Su un totale di circa 12milioni e 500mila euro per il 2009, i bandi della Provincia di Lecce concernono il 56 per cento del finanziamento (7 milioni di euro). L’ulteriore 44 per cento delle risorse sarà messo a disposizione del territorio salentino per le attività corsuali massimo entro un mese, mediante il completamento della pubblicazione dei bandi a cura del Servizio Formazione professionale dell’ente. “Era una preoccupazione evitare qualsiasi ritardo e pubblicare per tempo i bandi in modo da scongiurare un eventuale disimpegno delle risorse da parte della Regione Puglia e mettere in campo l’utilizzo di circa 12 milioni di euro”, continua Giovanni Pellegrino. “Il territorio aspetta da tempo di mettere in moto gli enti di formazione ed ancor più di rendere il mercato del lavoro più competitivo, rafforzando le competenze dei disoccupati ed attuando la “life long learning” necessaria per la società della conoscenza; ruolo, questo, che l’Unione Europea ci ha affidato”, conclude l’assessore. Già nel gennaio scorso, non appena la Regione Puglia trasferì le competenze in materia di formazione professionale alle Province, l’Ente di Palazzo dei Celestini cominciò ad adoperarsi per redigere un “Piano delle Politiche Formative della Provincia di Lecce” di qualità. Piano che è stato redatto in tre mesi e a cui si è aggiunta l’individuazione dell’assistenza tecnica necessaria (programmatori, valutatori, tecnici della gestione e controllo), attraverso regolare avviso pubblico. “Obiettivo: non perdere neanche un minuto di tempo. Ho scelto e ho chiarito questa decisione anche alla Regione Puglia, di anticipare la pubblicazione dei bandi sul sito istituzionale della Provincia di Lecce e su Pugliaimpiego”, spiega Adriana Margiotta, la dirigente del Servizio Formazione Professionale “e va in questa direzione anche la scelta di far anticipare alla Provincia di Lecce le spese di pubblicazione sul Burp”. “L’anticipo della pubblicazione è stato finalizzato all’obiettivo che mi premeva di più: dare maggiore tempo a disposizione agli enti di formazione per redigere progetti di qualità. Ed è per lo stesso fine che ho trasmesso via e mail a tutti gli enti di formazione i sei avvisi pubblici per potenziare l’informazione”, conclude la dirigente provinciale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!