Loredana Capone. Il programma elettorale del Pdl

Loredana Capone candidata per il centrosinistra alla presidenza della Provincia di Lecce su Antonio Gabellone: “Il candidato del Pdl ha iniziato la sua campagna elettorale disegnando un Salento piegato, fermo, immobile”

Loredana Capone candidata per il centrosinistra alla presidenza della Provincia di Lecce invita tutti a leggere bene i programmi elettorali: “Il candidato del Pdl ha iniziato la sua campagna elettorale disegnando un Salento piegato, fermo, immobile.” Ha poi continuato: “Ha sostenuto con forza la privatizzazione delle società partecipate della Provincia, facendo addirittura ricorso al TAR – respinto per fortuna – contro l’acquisto da parte della Provincia delle quote d’Italia-lavoro e ha fatto di tutto per impedire la stabilizzazione dei lavoratori precari ed è uscito dall’aula quando abbiamo stabilizzato le assistenti sociali”: Oggi Antonio Gabellone urla contro l’emergenza rifiuti, ma la vicepresidente ricorda che è stato l’artefice, da presidente dell’ATO Le2, della causa più importante di ritardo nella chiusura del ciclo: la previsione di una discarica sulla falda di Corigliano ‘Otranto”. “Sostiene con Lorenzo Ria che le Sud-Est non servono e parla contro l’impegno di Regione e Provincia per la trasformazione delle vecchie ferrovie in moderna metropolitane di superficie. Ma ha letto ciò che dice Corvino?”, si domanda Loredana Capone. Il direttore, infatti, sostiene l’intermodalità dei trasporti, l’ammodernamento delle Ferrovie Sud-Est, il collegamento delle ferrovie con l’aereoporto di Brindisi, tutti impegni sui quali noi stiamo già lavorando e sui quali il candidato del Pdl invece esprime un forte dissenso. “Il nucleare non è un tema che abbiamo lanciato noi” prosegue Loredana Capone. Non era nella loro agenda elettorale in effetti. È stata la proposta “scritta” di Gabellone a Confindustria a scuotere le menti. Gabellone continua a condurre una campagna elettorale da candidato all’opposizione della Provincia. Denuncia i presunti errori dell’amministrazione uscente, ma Loredana Capone si chiede quando comincerà anche a proporre delle soluzioni. Conclude Loredana Capone. “D’altronde è il Governo che detta legge. Se questi sono i contenuti preferiamo tenerci quindici anni di amministrazione e un progetto per il Salento che è stato scritto con i salentini e che i salentini continueranno a sostenere”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment