Sigilli a quattro aziende del gruppo Filanto

L’ipotesi di reato contestata è quella di truffa con i fondi Por 2000-2006. Alle aziende è stata concessa la facoltà d’uso dei macchinari

Eseguendo il decreto di sequestro probatorio a firma del pubblico ministero Imerio Tramis, i finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Bari hanno notificato, ieri, gli avvisi di garanzia ai quattro amministratori delegati di altrettante aziende di Casarano legate al Gruppo Filanto. L’ipotesi di reato contestata è quella di truffa con i fondi Por 2000-2006. Alle aziende è stata comunque concessa la facoltà d’uso dei macchinari per non interrompere la produzione e non creare disagi lavorativi ai dipendenti. Il sospetto è che 28 dei macchinari presenti nelle quattro strutture non siano nuovi; sarà necessario, dunque, verificare se i fondi Por ricevuti dal Gruppo (si tratta dei Pia, Pacchetto integrato di agevolazioni), siano stati effettivamente utilizzati per acquistare i macchinari o se invece siano stati semplicemente intascati. Il contributo complessivo ammonta ad otto milioni 700mila euro, dei quali quattro milioni 600mila euro effettivamente percepiti. Gli indagati sono difesi dai legali Pasquale Corleto e Marcello Marcuccio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!