Poggiardo. Fiore visita il nuovo ospedale

Tommaso Fiore, assessore alle politiche della salute della regione Puglia, si è recato oggi a Poggiardo per visionare le aree messe a disposizione dal comune per la realizzazione del nuovo ospedale

Su invito di Silvio Astore, sindaco di Poggiardo, Tommaso Fiore, assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia si è recato oggi a Poggiardo per visitare di persona le aree di proprietà comunale che l’Amministrazione ha deciso di mettere gratuitamente a disposizione per la realizzazione del nuovo ospedale che, secondo i piani regionali, dovrebbe essere realizzato nel presidio Scorrano-Maglie-Poggiardo. La visita è conseguente alla candidatura che il Comune di Poggiardo ha formalizzato con un missiva di Astore indirizzata nei giorni scorsi a Nichi Vendola. In quella lettera Astore ricordava come l’attenzione sull’ospedale di Poggiardo non è solo dei suoi cittadini ma dei numerosissimi utenti del suo bacino e delle rispettive comunità tanto che di fronte al pericolo di declassamento dell’ospedale “F. Pispico” tutti i 15 sindaci dell’ex distretto di Poggiardo firmarono e inviarono al Presidente Vendola una lettera per dimostrare come, al di là di ogni campanile e schieramento, fossero compatti nella tutela di un interesse comune e prioritario del territorio e di volere a Poggiardo una struttura ospedaliera efficiente. Il Sindaco ricordava inoltre che l’ospedale “F. Pispico” è già dotato di grandi professionalità e di altrettanto grandi potenzialità oltre ad avere un bacino di utenza vasto e distinto rispetto a Scorrano e Tricase. E che proprio rispetto all’ospedale di Tricase avrebbe, come già accade ora, un importante ruolo di decongestionamento andando a migliore l’efficienza dell’intero sistema sanitario del basso Salento. Il nuovo nosocomio, nelle due aree messe a disposizione del Comune, conserverebbe pertanto quella posizione baricentrica che gli consente di avere un prerequisito fondamentale per una struttura ospedaliera e cioè di essere facilmente raggiungibile da tutte le direzioni. Aspetto che peraltro sarà migliorato ancora di più in futuro con la realizzazione di una tangenziale che collegherà l’area a sud ovest con quella a nord est della città. Tommaso Fiore, dopo aver visitato le aree messe a disposizione dall’amministrazione comunale, ha dichiarato espressamente che un nuovo nosocomio nel territorio di Poggiardo può essere realizzato al termine di un percorso di condivisione dell’obiettivo tra le Amministrazioni locali e l’Ente Regione. Tra l’altro Fiore ha espresso la convinzione che l’area messa a disposizione dal comune di Poggiardo può avere le caratteristiche idonee alla realizzazione del nuovo ospedale. Silvio Astore ha espresso sentiti ringraziamenti a Fiore per la visita a Poggiardo, finalizzata a rendersi conto personalmente della situazione e trovare la migliore soluzione possibile al problema dell’individuazione dell’area su cui andare a realizzare il nuovo ospedale di riferimento per il bacino di Poggiardo-Scorrano-Maglie. Da oggi verrà avviato un percorso di condivisione dell’obiettivo generale con gli altri Comuni dell’area, con gli operatori sanitari e con i soggetti che intendono porsi accanto all’amministrazione comunale in questa nuova iniziativa, il cui risultato può portare concreto giovamento non solo a Poggiardo ma anche a tutti i Comuni che gravitano intorno alla città messapica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!