Festival dell'Energia. Un successo doppio

Raddoppiano i visitatori all’edizione 2009: oltre 18mila presenze ai 60 eventi dell’edizione 2009 per parlare di energia del futuro

Si è chiusa ieri la seconda edizione del Festival dell’Energia di Lecce, l’evento organizzato da Aris in partnership con Assoelettrica e in collaborazione con Federutility che ha fatto del capoluogo salentino la capitale italiana del dibattito energetico ed economico. Per quattro giorni, dal 14 al 17 maggio, Lecce è stata “invasa” da 130 ospiti (tra scienziati, economisti, manager, giornalisti, politici, artisti, musicisti) che hanno incontrato migliaia di persone ai numerosi eventi in programma. “Decidere oggi l’energia di domani” è stato il tema su cui si è interrogato il Festival 2009: una domanda molto impegnativa che ha stimolato relatori e pubblico, in un interessante dialogo a più voci che ha appassionato e divertito per parlare di auto del futuro, di casa ecologica, di cambiamenti climatici, ma anche di rinnovabili, di nucleare e di nuove frontiere dell’innovazione. “A Lecce abbiamo discusso di tanti temi, alcuni popolari, altri dal profilo più tecnico e politico – ha commentato Alessandro Beulcke, presidente di Aris – sempre però tenendo presente l’obiettivo del Festival: spiegare l’energia in maniera semplice, trasparente e coinvolgente. Crediamo di avercela fatta. Il Festival, benché solo al suo secondo anno di vita, si conferma un importante punto di riferimento in Italia. Il mondo dell’energia che conta in questi giorni era a Lecce. A livello di dialogo istituzionale, il Festival dell’Energia rappresenta la cerniera tra le discussioni politiche, istituzionali e pubbliche sui temi energetici”. I numeri della manifestazione confermano il successo crescente del Festival: oltre 18mila le presenze registrate nella quattro giorni salentina, tra cui spiccano i 5mila visitatori complessivi che hanno affollato le mostre organizzate da Regione Puglia e lo Spazio Innovazione del Rettorato, e i circa 8mila spettatori dei numerosi eventi di piazza (grande la partecipazione allo spettacolo conclusivo di Mondo Marcio e Piero Pelù). “L’edizione 2009 del Festival dell’Energia è ottimamente riuscita – ha dichiarato Paolo Perrone, sindaco di Lecce -. Il dibattito sviluppato in questi giorni è stato interessante e di livello nazionale. La formula del Festival si conferma vincente per avvicinare il grande pubblico a questi temi. Un successo confermato dalle parole espresse dai miei concittadini e non parlo solo dei tecnici e degli addetti ai lavori, ma soprattutto delle persone comuni. La città di Lecce ha pienamente risposto alle aspettative, confermandosi un palcoscenico ideale per ospitare il dibattito energetico che, oggi più che mai, interessa tutti. L’impegno deve essere a far sì che questo sodalizio con il Festival duri anche in futuro e che Lecce e le sue bellezze ospitino ancora le prossime edizioni”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!