Delegazione Camera di commercio sanpietroburghese

Inizia domani mattina, in Camera di commercio a Lecce, il confronto sul protocollo esecutivo per l’attivazione dei desk imprese nel Salento e a San Pietroburgo

Si aprirà domani mattina a Lecce, in Camera di commercio, la missione istituzionale della Camera di commercio di San Pietroburgo, guidata da Tatiana Radion, direttrice relazioni esterne e internazionali nell’ambito del progetto internazionalizzazione del pit9. Obiettivo della missione, avviare un confronto tecnico per la definizione di un Protocollo esecutivo, che segue l’intesa quadro già sottoscritta a Lecce nell’ottobre scorso, mirato all’attivazione di due desk imprese, uno a San Pietroburgo, presso la locale Camera di commercio, e uno nel Salento, presso l’azienda speciale servizi reali alle imprese di Lecce, per favorire e ottimizzare l’internazionalizzazione delle imprese salentine e pugliesi in Russia, e favorire gli scambi e le partnership con le imprese russe. I lavori si avvieranno alle 10 di questa mattina e, dopo il saluto istituzionale di Alfredo Prete, di Luigi Sansò e Remigio Venuti, si passerà alla discussione sui contenuti e le modalità del protocollo. Nel pomeriggio, visita della delegazione presso l’azienda speciale, e illustrazione dei servizi che l’azienda fornisce alla imprese territoriali con particolare riguardo all’internazionalizzazione. Il tavolo tecnico proseguirà martedì mattina sempre alla Camera e si chiuderà con la visita istituzionale a Casarano. Quando alle 12.00 l’intesa, che verrà ratificata a san Pietroburgo nel corso della Missione Salento dal 24 al 27 maggio prossimi, sarà presentata durante un incontro con la stampa cui parteciperanno il sindaco di Casarano, il presidente della Camera di commercio Alfredo Prete, il presidente dell’Azienda Speciale, Luigi Sansò.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!