Premio Barocco. Si cerca il nuovo Tito Schipa

A.A.A. fuoriclasse leccese della lirica cercasi. Al via la selezione di un cantante lirico in erba che si esibirà in diretta rai il 3 giugno prossimo

Non solo casting per l’allestimento del corpo di ballo del 40° Premio Barocco trasmesso in diretta Rai la sera del 3 giugno prossimo dall’area dell’ex Carlo Pranzo a Lecce. Il territorio salentino ha la possibilità di salire ancora una volta agli onori della ribalta nazionale ed internazionale, promuovendo le sue eccellenze, non solo naturalistiche e architettoniche, ma anche artistiche e musicali. Un'altra importate attività di casting è partita in queste ore su input e a cura del patron Fernando Cartenì, dello staff organizzativo del Premio Barocco, dell’entourage Rai e di concerto con il presentatore designato della serata finale di premiazione, Carlo Conti. Il Premio Barocco cerca attivamente nuovi talenti da lanciare nel mondo dello spettacolo che conta, e in prospettiva (nella terra natia del grande Tito Schipa), seleziona, tra le eccellenze del territorio, le voci nuove e promettenti della musica lirica. In particolare si cerca un giovanissimo cantante lirico “in erba” da far esibire sul palco del 40° Premio Barocco che confermi come la terra salentina, e di Puglia in generale, sia fucina di giovani talenti del mondo dell’arte, dello spettacolo, della musica e della cultura. Gli interessati possono contattare gli organizzatori all’indirizzo telematico [email protected] o telefonando al numero 320/5630349. La scrupolosa selezione sarà effettuata dall’affermata e competente cantante lirica, Raffaella Liccardi e curata dal patron Fernando Cartenì e Nando Mancarella, direttore di produzione del Premio Barocco.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!