Giocosport chiude. Vince San Donato

La seconda tappa di Giocosport se l'aggiudica l’istituto comprensivo di San Donato. La scuola primaria di Vitigliano si è piazzata seconda, quella di Seclì terza

L’Istituto Comprensivo di San Donato si è aggiudicato stamattina la seconda tappa di Giocosport, la manifestazione organizzata dal Coni per gli alunni delle 3^, 4^ e 5^ classi elementari. La scuola Primaria di Vitigliano si è piazzata seconda, quella di Seclì terza. Nel Palazzetto della Provincia di via Merine in 600 si sono cimentati nelle attività ludico-motorie ideate dallo staff tecnico del Coni provinciale, composto da Antonio De Nunzio (coordinatore) e Marcello Grimaldi, Giuseppe Lodeserto, Roberto Cazzato, Gianfranco Marchello, Dario Colella, Fabio Massari, Ester Zacheo, Carlotta Stasi, Adriana Petrucci e Sandra Buscicchio. Ha collaborato in en-trambe le tappe anche il Presidente provinciale della Fidal, Sergio Perchia. In particolare, le squadre, composte da 12 titolari e 8 riserve, hanno affrontato le prove: Monopattino a slalom, Pesciolini rossi, Percorso del correre, Staffetta-slalom-palleggio, Giocoliere e Bambini palla. Tanta allegria, tifo, striscioni e sano divertimento hanno caratterizzato una mattinata che ha fatto registrare l’ennesimo successo di un progetto che si incrementa di anno in anno e che ha visto, nella V Edizione, la partecipazione di ben 42 istituti comprensivi, 14 in più rispetto all’edizione precedente. Alla Cerimonia di inaugurazione erano presenti la vice-presidente della Provincia, Loredana Capone, e l’assessore comunale allo sport Massimo Alfarano, che hanno portato i loro saluti alle scolaresche, incoraggiandole a divertirsi e socializzare, mettendo da parte ogni forma di agonismo e competizione. Lo scopo di Giocosport è, infatti, proprio questo, come ha sottolineato il Presidente del Coni, Antonio Pascali: «Ringrazio tutti i bambini che hanno partecipato a questa manifestazione per il semplice di gusto di farlo, e ringrazio gli insegnanti che sono riusciti a trasmettere loro così bene lo spirito dell’iniziativa. Anche se abbiamo assegnato una coppa ai primi tre classificati, in realtà questa è una manifestazione bella perché vincono davvero tutti. E tutti tornano a casa avendo recuperato o imparato il vero valore dello sport, che almeno a quest’età è solo sano e puro divertimento». Questo l’elenco degli istituti impegnati nelle due tappe. Taviano (9 Maggio): Alezio, “Italo Calvino” di Alliste, Andrano, Polo 3 e “Maria Lidia Morgante” di Casarano, Castrignano del Capo, Patù, Collepasso, Scuola Primaria “G. Comi” di Lucugnano, 2° Borgo di Gallipoli, Parabita, 1° e 2° Polo di Racale, Spongano, Supersano, “Vanini” di Taurisano, “Lombardo Radice” di Taviano, Tiggiano, 1° Polo, 2° Polo e 3° Polo di Tricase con la scuola elementare di Depressa, Tuglie, per un totale di 400 bambini. 2^ Tappa – Lecce (14 maggio): Arnesano, Campi Salentina, “Michele Montinari” e 3° Circolo “Gaetano Martinez” di Galatina con la Scuola Primaria di Noha, “Armando Diaz” di via Aprile e via Reale a Lecce, “Stomeo Zimbalo” di Lecce, “De Amicis” di Lizzanello, Minervino di Lecce con le sedi staccate di Cerfignano e Vitigliano, 2° Polo di Monteroni, Muro Leccese con le sedi staccate di Palmariggi e Giuggianello, 1° Circolo didattico di Nardò, “G. Pascoli” di San Donato, Sannicola, Seclì, Polo 1 di Trepuzzi e Scuola Primaria “II Circolo” di Galatone. Infine, nella tappa di Lecce, il premio “Striscia lo Striscione” per il miglior lavoro inneggiante allo sport è andato alla Scuola primaria di Noha ed all’istituto comprensivo di Lizzanello, primi a pari merito.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!