Sequestri ittici a Gallipoli

Controlli a scopo preventivo. Il pesce sequestrato, di ottima qualità, donato alle suore

Grosso sequestro ittico ieri mattina a Gallipoli. Il sequestro, effettuato da un gruppo composto da carabinieri, guardia costiera e vigili urbani, non è avvenuto però per motivi sanitari, ma esclusivamente per motivi burocratici. Pare infatti che i due pescatori, multati con una sanzione di 1032 euro, non avessero le dovute autorizzazioni commerciali e sanitarie per la vendita dei prodotti. Dopo un’analisi veterinaria del pescato, effettuato dai medici della Asl, il pesce è risultato di ottima qualità, adatto quindi all’uso alimentare. Per questo motivo, non potendo essere venduto, il pesce è stato donato alle suore di clausura del monastero di Santa Teresa e a quelle dell’istituto degli angeli, che non hanno mancato di ringraziare, con una preghiera, agenti e pescatori.

Leave a Comment