Natalità plurigemellari. Arriva un contributo

Sono stati erogati ulteriori 36mila euro per quanto concerne la natalità, cifra che segue i 145mila euro finanziati a fine marzo per i genitori dei bambini sino ai 36 mesi

Continua a produrre risultati ed interventi per le fasce più deboli e disagiate l'Ufficio di Piano dell'Ambito di Gallipoli, la realtà intercomunale che gestisce in modo integrato le problematiche sociali del comune ionico e di altre sette realtà municipali (Alezio, Alliste, Melissano, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie). In questi giorni, infatti, sono stati erogati ulteriori 36mila euro per quanto concerne la natalità, cifra che segue i 145mila euro finanziati a fine marzo per i genitori dei bambini sino ai 36 mesi. Lo stanziamento di questi giorni, viceversa, riguarda parti gemellari e plurigemellari o comunque inerenti a bambini nati con malformazioni o disabilità ed ha ovviamente interessato gli otto comuni dell'ambito. “Si tratta – ha spiegato il vicesindaco con delega alle Politiche Sociali e della Persona, Giovanni De Matteis – dell'ulteriore dimostrazione dell'efficienza e dell'efficacia di una struttura e di una macchina organizzativa che, una volta entrata a pieno regime, sta garantendo risposte importanti su un versante che merita estrema attenzione, quale quello del sociale”. A fare il paio con la recente erogazione è intervenuto anche l'avvio, ultimato proprio in questi giorni, delle 20 borse-lavoro per ex detenuti ed ex tossicodipendenti e delle 30 per diversamente abili, per un importo complessivo molto vicino ai 200mila euro. “Risultati ed obiettivi estremamente positivi – ha continuato l'assessore –che si spiegano grazie alla forte sinergia tra i Comuni interessati ed al proficuo lavoro delle professionalità coinvolte nel nostro Piano di Zona. Un impegno, per tendere la mano verso persone bisognose o più sfortunate, che ci vede già proiettati verso il prossimo obiettivo”. Il riferimento del vicesindaco va infatti ai 100mila euro disponibili per i rimborsi (sino ad un terzo della spesa sostenuta e rendicontata) in favore dei Comuni per il baliatico e per le rette di ricovero per anziani e minori presso istituti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!