Progetto Riso. Capone: “Riduce i costi e migliora i servizi”

A Calimera, Campi Salentina, Corigliano d’Otranto e Tricase sarà possibile aprire, chiudere o cedere un’attività commerciale, fare una dichiarazione Ici, partecipare ad un concorso pubblico direttamente da casa

Aprire, chiudere o cedere un’attività commerciale, fare una dichiarazione Ici, partecipare ad un concorso pubblico. A Calimera, Campi Salentina, Corigliano d’Otranto e Tricase sarà possibile farlo direttamente da casa o in ufficio, con una semplice connessione ad internet, risparmiando così tempo e denaro. L’importante novità è stata presentata ieri mattina a Palazzo Adorno da Loredana Capone, da Giovanna Capobianco, assessore provinciale all’Ufficio Relazioni con il Pubblico e ai progetti di Alta Innovazione Tecnologica da Luigi Tundo e Antonio Rizzo, dirigenti provinciali, da Giuseppe Rosato sindaco di Calimera, da Massimo Como, sindaco di Campi Salentina, da Addolorata Manti, assessore alla Cultura e Bilancio di Corigliano d’Otranto e da Vito Zocco, assessore all’Informatizzazione di Tricase. Attraverso il portale www.riso.puglia.it, realizzato con il progetto di e-government RISO (Rete ionico – salentina per l’occupazione), al quale i quattro Comuni aderiscono, gli uffici Attività produttive e Tributi comunali sono diventati “sportelli virtuali” a disposizione di cittadini e imprenditori. Con un semplice click, oltre ad avere tutte le informazioni utili per effettuare le comunicazioni di inizio attività o di cessione/cessazione di un esercizio commerciale e per fare la dichiarazione per l’imposta comunale sugli immobili, si può anche, dopo essersi registrati sul portale, avviare la pratica e seguirne l’iter on line, passo dopo passo. Merito della infrastruttura tecnologica messa a disposizione dalla Provincia di Lecce e del lavoro svolto in questi mesi, attraverso la Rete degli Uffici Relazioni con il Pubblico, dai responsabili dei Settori interessati. Sono stati infatti i responsabili URP dei Comuni che da alcuni anni fanno parte del progetto di e-government e sono collegati in rete, a fare da “ponte” con le amministrazioni e gli uffici preposti per promuovere la realizzazione dei servizi on line. La Provincia di Lecce ha garantito una formazione ed un supporto costante, con iniziative svolte anche direttamente nei singoli municipi. Soddisfatta Loredana Capone, che a tal proposito dichiara: “Innovare nella Pubblica Amministrazione costa fatica, richiede l’impegno e l’aggiornamento del personale, impone di mettersi in discussione per migliorare i servizi resi. Puntare sull’etica del lavoro significa anche questo: non solo essere presenti in ufficio, come dice Brunetta, ma esserci per migliorarsi e migliorare. Erogare servizi veri e concreti. Innovare significa fare il bene della comunità: rendere più facili i procedimenti, togliere i lacci, puntare a semplificare la vita a cittadini e imprese”. “In questi anni la Provincia di Lecce si è impegnata in una rilevante azione di trasformazione ed innovazione, finalizzata al miglioramento dei servizi offerti, alla semplificazione dei processi, alla riduzione dei costi, mediante la diffusione dell’uso delle nuove tecnologie informatiche non solo nella propria struttura, ma anche in tutto il territorio salentino”. “Siamo sempre stati convinti, infatti, che la modernizzazione della pubblica amministrazione passi sempre di più attraverso le tecnologie telematiche come strumento per semplificare e personalizzare i rapporti con il cittadino. D’altra parte, l’importanza centrale, anche in termini di efficienza, tempestività ed economicità, dell’accesso on-line ai servizi delle pubbliche amministrazioni attraverso il canale telematico è stato affermato in modo chiarissimo nel “Codice dell’amministrazione digitale””. “La creazione di questi uffici virtuali a servizio della comunità locale è quindi un risultato atteso e del quale siamo davvero orgogliosi”. Giovanna Capobianco, che ha promosso e seguito l’iniziativa tramite la Rete degli URP di cui la Provincia di Lecce è ente capofila, dichiara: “Lo sforzo per raggiungere questi risultati è stato notevole e tuttavia rappresenta per noi non un punto di arrivo, ma di partenza per raggiungere nuovi traguardi. I Comuni interessati, infatti, sono solo i primi ad aver avviato i servizi. Altri Comuni e altri servizi saranno presto erogati via web grazie all’attività promossa dal nostro Ente, che sta proseguendo in questi giorni. Uno degli obiettivi primari della nostra amministrazione è incrementare l’uso del Portale RISO come “virtual office” sempre più alternativo e, in alcuni casi esclusivo, rispetto agli uffici tradizionali”. L’utilità e l’importanza dell’iniziativa presentata oggi è dimostrata dai numeri registrati dal Portale www.riso.puglia.it con l’attivazione da parte della Provincia di Lecce di alcuni servizi on line, come le dichiarazioni di assunzione e/o licenziamento o le dichiarazione impianti termici. Gli utenti attualmente registrati su RISO sono 4145 di cui: 2667 persone fisiche e 1478 persone giuridiche. Il numero di pratiche pervenute ad oggi direttamente on line sono 343.618.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!