Una convenzione per ricostruire la palestra a Sulmona

La provincia di Lecce ripercorre il ponte ideale già stabilito con i terremotati. Questa volta per il liceo classico Ovidio. Un grazie per l'iniziativa partita dalla Coni

Dopo che, nel mese scorso, gli amministratori hanno deciso di devolvere il 10 per cento della loro indennità di carica del mese di aprile in favore dei familiari delle vittime e dei cittadini provati dal terremoto che ha colpito l’Abruzzo, l’Ente di Palazzo dei Celestini contribuirà anche alla ricostruzione della palestra del Liceo Classico “Ovidio” di Sulmona. “Grazie alla convezione in essere con il Credito Sportivo ed il Coni, che ci consente l’erogazione di un finanziamento, fino ad un massimo di venti milioni di euro da utilizzare in venticinque anni, per la realizzazione o ristrutturazione di strutture sportive”, dichiara Flavio Fasano, “come Provincia di Lecce utilizzeremo questa convenzione anche per la Provincia di L’Aquila, contribuendo così alla ricostruzione della palestra del Liceo Classico “Ovidio” di Sulmona”. “E’ intendimento di questa Provincia”, prosegue Fasano, “farsi carico dell’intera rata di interessi di un mutuo venticinquennale da destinare alla ricostruzione della struttura sportiva, mentre l’ammortamento del capitale rimarrebbe a carico della Provincia de L’Aquila: in questo modo gli amici abruzzesi avrebbero da subito l’intero importo, circa 800mila euro, finanziato e procederebbero all’avvio immediato dei lavori”. Dal suo canto Maria Rosaria Manieri, l’assessore provinciale alla Gestione Territoriale e Protezione Civile sottolinea la finalità dell’intervento: “Come Provincia di Lecce, sposando la richiesta dell’Unione delle Province d’Italia, parteciperemo alla Giornata Nazionale della Ricostruzione proclamata per il prossimo 6 maggio. E la soluzione prospettata per l’intervento di ricostruzione in terra abruzzese, con la rata di interessi del mutuo a nostro totale carico, da un lato manifesta concretamente la forte solidarietà che avvertiamo verso le comunità colpite dal sisma, dall’altro ci fa superare i vincoli imposti agli enti locali dalla legge di bilancio della Stato”. Nel contempo anche tre tecnici della Provincia di Lecce (gli ingegneri Antonio Lepore, Lucio Colella e Leonardo Liviello), dal 9 al 15 maggio prossimo, hanno offerto la propria disponibilità a recarsi in terra abruzzese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!