Suap: Provincia e Ausl d’intesa

Ausl Lecce 1 e Lecce 2 e Provincia di Lecce per agevolare le iniziative imprenditoriali

Prosegue a pieno ritmo il corso del protocollo d’intesa per il Suap (Sportello unico per le attività produttive), sottoscritto nel mese di luglio tra Provincia di Lecce ed altri enti delle pubbliche amministrazioni

Si è tenuto nei giorni scorsi, a Palazzo Adorno, un incontro sull’ attività di omogeneizzazione dei procedimenti autorizzatori che riguardano le pratiche inerenti la realizzazione o la modifica di attività produttive. Alla presenza di Loredana Capone, vicepresidente della provincia ed assessore alla Programmazione economica, si sono riuniti Roberto Valenti e Luigi Tundo, responsabili della Provincia del progetto Suap (Sportello unico per le attività produttive), ed i rappresentanti del Dipartimento di Prevenzione delle due Ausl della provincia di Lecce. Nel corso dei lavori l’assessore Loredana Capone ha esortato i funzionari degli enti partecipanti a concludere rapidamente il lavoro di integrazione, per favorire i cittadini che hanno interesse ad avviare iniziative imprenditoriali e per richiamare più concretamente altri investitori a scegliere di insediarsi sul territorio salentino. Il lavoro così avviato andrà ad ottimizzare la raccolta di informazioni che già oggi è disponibile per i cittadini sul portale di marketing territoriale realizzato nell’ambito del progetto di e-government R.I.S.O. e visibile all’indirizzo htpp//mktgterr.provincia.le.it. Sul portale è ora possibile informarsi su come predisporre le pratiche autorizzatorie, le normative di riferimento, le modulistiche da usare e su quali siano gli enti responsabili. Il lavoro di ottimizzazione coinvolgerà progressivamente tutti gli altri enti, anche quelli che sono presenti nelle altre due province, quelle di Brindisi e di Taranto, che concorrono, assieme a Lecce, alla realizzazione dell’iniziativa. Ciò consentirà anche di aumentare il ricorso al procedimento “autocertificato” che riduce i tempi del procedimento unico e attribuisce una maggiore responsabilità ai professionisti di cui gli imprenditori si servono. Se la concertazione proseguirà con il ritmo serrato si potranno anche abbassare in fretta i costi delle autorizzazioni: si è già potuto verificare la possibilità di ridurre il pagamento delle autorizzazioni se lo si considera appartenente ad un unico procedimento. Il prossimo appuntamento è con Sandro Frisullo, vicepresidente della Regione, che potrà raccogliere i suggerimenti che provengono dal tavolo di concertazione e che possono contribuire a uniformare i procedimenti dell’intero territorio pugliese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!