Conversano-Casarano. Si anticipa a venerdì

Nemmeno il tempo per festeggiare il successo di sabato scorso che i ragazzi di mister Francesco Trapani devono cimentarsi nell’ostica trasferta presso il Pala Sangiacomo venerdì prossimo alle ore 19.00

Dopo aver sconfitto il Gammadue Secchia Rubiera dopo quattro tempi supplementari e successivi rigori, la Italgest Salento d’amare Casarano vive una settimana importante per prepararsi alla sfida all’Indeco Conversano in finale scudetto. Nemmeno il tempo per festeggiare il successo di sabato scorso, i ragazzi di mister Francesco Trapani devono cimentarsi nell’ostica trasferta presso il Pala Sangiacomo di venerdì prossimo alle ore 19.00 (diretta Sky Sport). La gara del Pala Italgest ha riconsegnato al campionato un Casarano vivo e tenace anche psicologicamente, capace di lottare in ogni frangente del match, anche quando i giochi parevano compromessi. E’ stata la grande determinazione nonostante i vari acciacchi in casa Italgest a tenere a galla i rosso – azzurri, bravi a contenere le sfuriate avversarie e a reagire di fronte alle difficoltà emerse in gara. Capitan Fovio e compagni, dopo un primo tempo sottotono, sono tornati in campo con lo spirito della grande squadra portando dalla propria parte l’inerzia del match con un parziale di 8-0 in 12’. I salentini hanno però dovuto fare i conti con il ritorno dei romagnoli salvo poi dare vita ad una lotta punto a punto fino al termine della contesa, dimostrando la grande unità del gruppo anche nel corso della lotteria dei tiri di rigore quando dopo l’iniziale errore dai sette metri di Di Leo, non si sono persi d’animo rincuorando e spronando il centrale rosso – azzurro. Ci hanno pensato poi la freddezza dei vari Carrara, Brajkovic, Ognjenovic e Torbica e i riflessi di Vito Fovio a regalare al Salento la terza chance scudetto e alla Puglia la sicurezza di un altro tricolore. “Abbiamo meritato questa vittoria. Ora pensiamo alla finale preparandoci al meglio”, ha affermato mister Trapani al termine dell’incontro. Sulla stessa lunghezza d’onda l’ala bosniaca Milan Torbica: “Abbiamo giocato sessanta minuti di buona pallamano, sentivamo il peso di questa partita, ma ora siamo in finale a giocarci tutte le nostre possibilità per confermarci Campioni d’Italia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!