Bloccato un grosso carico di marijuana

Arrestati a Casarano due corrieri con addosso 50 kg di marijuana

Gramos Zyko e Kreshinik Hysaj rispettivamente di 46 e 26 anni, di origini albanesi, provenienti da Bologna e Firenze, sono stati fermati l’altro ieri pomeriggio a Casarano. I due, intenti a parlare a bordo delle rispettive macchine, hanno sollevato i sospetti di una pattuglia dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Casarano, nel momento in cui alla vista della pattuglia, si sono subito dileguati in direzione opposta. È subito scattato l’inseguimento delle due auto da parte delle due volanti, e si è subito capito il motivo di tanta fretta nella loro fuga, all’interno delle auto erano presenti 52 panetti di marijuana. La droga è stata consegnata alla squadra “investigazioni scientifiche” del Reparto operativo per essere sottoposta ad analisi, allo scopo di stabilirne la provenienza. Le due auto, invece, sono state subito sequestrate, insieme ai telefoni cellulari, che verranno subito analizzati per cercare di individuare eventuali acquirenti del carico. Le prime ipotesi sono infatti che questa volta si tratti di un processo inverso rispetto al solito, cioè che sia droga proveniente dal nord, destinata a qualche organizzazione salentina. Ascoltato il parere del p.m. Maria Consolata Moschettoni, i due albanesi sono ora agli arresti con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti aggravata dall’ingente quantitativo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!