Appalti pubblici, la provincia semplifica

Avviati dalla provincia provvedimenti per il rilancio dell’economia attraverso la semplificazione delle procedure

Accelerare le procedure degli appalti pubblici, con l’obiettivo di stimolare l’economia e le opportunità di lavoro nel settore dell’edilizia. Queste le parole di Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce, riguardo all’esecuzione del provvedimento dirigenziale introdotto recentemente dal Consiglio Provinciale. Il dirigente del Servizio Appalti della Provincia di Lecce ha dato esecuzione all’art. 9 bis del regolamento per la disciplina dei contratti, firmando e rendendo pubblico l’invito alle imprese ad accreditarsi per l’esecuzione delle opere pubbliche di importo lavori sino a 500 mila euro da appaltare entro il 31 dicembre 2010. Il provvedimento dirigenziale è accompagnato dall’elenco dei lavori da appaltare, disponibile sul sito della provincia, e dal fac-simile di domanda di inserimento nell’elenco delle ditte da invitare. “Abbiamo creduto sino in fondo e senza dubbi – dichiara Giovanni Pellegrino – all’opportunità dataci dalla legge n. 201/2008 di accelerare le procedure degli appalti pubblici. Per queste ragioni, si è introdotto per i lavori pubblici di importo sino a 500 mila euro, la procedura negoziata senza la preventiva pubblicazione del bando di gara. Contiamo quindi di ridurre drasticamente i tempi d’appalto e di inizio dei lavori, portandoli, in media, dagli attuali 5/6 mesi a massimo 2 mesi”. “Non si liberalizza e non si dinamizza l’economia soltanto cambiando le leggi, ma lo si fa di più semplificando le procedure e introducendo nei comportamenti amministrativi concrete logiche di efficacia” conclude il presidente Pellegrino.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati