Promesse sessuali col nome di un'altra

Prometteva in chat incontri a sfondo sessuale spacciandosi per un'altra e lasciando, di questa, indirizzo e numero di telefono. Individuata e denunciata

Chattava in rete spacciandosi per un’altra donna e concedendo appuntamenti a scopo sessuale, con tanto di recapiti telefonici ed indirizzo di domicilio. Non sarebbe stato così grave se la “nuova” identità fosse stata di pura fantasia. La donna cui la 38enne di Nardò si sostituiva, nelle sue chiacchiere via internet, invece esiste. E’ una estetista di 35 anni, anche lei di Nardò, conoscente dalla 38enne. Alcuni mesi fa, la vittima di questo dispetto, felicemente sposata, si era presentata presso la caserma dei carabinieri per denunciare quello che era diventato un vero e proprio incubo: continue telefonate ed anche visite sotto casa di sconosciuti che rivendicavano gli incontri sessuali promessi via chat. In seguito alla denuncia contro ignoti, gli accertamenti da parte dei militari si erano messi in moto, fino a risalire, nei giorni scorsi, al computer dal quale quei messaggi erano partiti. La responsabile è stata subito individuata e raggiunta dall’avviso di garanzia per i reati di sostituzione di persona, diffamazione e violazione della privacy a mezzo internet; è la titolare di un negozio di Nardò, che amava trascorrere il suo tempo su internet. Il pm Maria Cristina Rizzo ha disposto il sequestro di tutto il materiale informatico presente presso l’attività commerciale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!