Gallipoli corre la mezza maratona dello Jonio

Il Gran premio quest'anno è a quota nove

Sabato il nono “Gran Premio Città di Gallipoli. Mezza Maratona dello Jonio”, occasione per la cittadinanza di ricevere un servizio gratuito di check-up podalico e di assetto loco-motorio

Si terrà sabato prossimo il nono “Gran Premio Città di Gallipoli- Mezza Maratona dello Jonio”, manifestazione inserita nel circuito delle gare nazionali ed organizzato dall'Atletica Gallipoli in collaborazione con l'Amministrazione Comunale. Un evento patrocinato anche dalla Provincia e dall'Assessorato Regionale al Mediterraneo e che proprio per il suo carattere “nazionale” convoglierà in riva allo Ionio centinaia di atleti. La corsa, tuttavia, consentirà alla cittadinanza (e dunque non soltanto agli atleti in gara) di ricevere un servizio gratuito di check-up podalico e di assetto loco-motorio, visto che su piazza Tellini sarà allestito (dalle 9 sino alla conclusione della manifestazione, premiazione compresa) uno stand dell'”Ortopedia Torinese” di Casarano, dove il tecnico ortopedico Leo Palese, l'ortopedico sportivo Diego Esposito e il fisioterapista Giuseppe Casto effettueranno controlli gratuiti e computerizzati sulla locomozione, sulla postura e sull'assetto motorio. “In occasione di questo importante evento sportivo – ha detto Giorgio Cacciatori, l'assessore allo Sport – abbiamo deciso di offrire un servizio gratuito alla cittadinanza, consapevoli di come i controlli e la prevenzione a livello fisico siano molto importanti ed utili, per tutti”. Il percorso prevede la partenza da piazza Tellini, il periplo del centro storico, via Gramsci, lungomare Galilei per la litoranea Gallipoli-Leuca fino al Canale dei Samari e ritorno per via Cavalieri di Rodi, prima di un nuovo giro, che esclude tuttavia il centro storico. A tal fine il comandante della Polizia Municipale, maggiore Patrizio Giannone, ha firmato un'ordinanza con cui dalle 8 di mattina di sabato prossimo e sino al termine della manifestazione si vieta la circolazione di qualsiasi tipo di veicolo sul corso Roma, nel centro Storico, su via Gramsci, lungomare Galilei, litoranea Gallipoli-Leuca fino al canale dei Samari, al fine di consentire il regolare svolgimento della gara podistica nazionale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!