Lo picchiarono per un debito di droga. Cinque anni

I fatti risalgono all'1 febbraio scorso

Sequestrarono e picchiarono un giovane che doveva loro 400 euro per debiti derivati dall'acquisto di quattro dosi di eroina. Ieri la sentenza del gip

Cinque anni di reclusione ai due giovani di Corigliano d’Otranto arrestati la notte dell’1 febbraio scorso con l’accusa di aver sequestrato, picchiato e rapinato un giovane per costringerlo a versare quei 400 euro di debito contratto con l’acquisto di quattro dosi di eroina. Romeo Rizzo, 33enne, ieri mattina ha patteggiato tre e quattro mesi di reclusione davanti al gip Nicola Lariccia. La pena ha tenuto conto anche dell’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso con la vittima. Rizzo resta in carcere non potendo beneficiare della sospensione della pena. Aveva già chiuso i conti con la giustizia Luigi Matteis, 26enne anche lui di Corigliano, che il 24 marzo aveva patteggiato un anno ed otto mesi di reclusione. Era stato messo agli arresti domiciliari dall’1 febbraio e poi tornato libero dopo un mese, avendo ricoperto, tanto hanno stabilito gli inquirenti, un ruolo di secondo piano.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!