Scrittori tra pagine nascoste di letteratura

Rassegna di documentari su Letteratura e Scrittori

Anna Politkovskaya, uccisa davanti al suo appartamento, il 7 ottobre 2006, era la voce solitaria del dissenso in Russia, criticava l’operato di Vladimir Putin, osservava con puntualità il conflitto ceceno. Stasera in scena presso il Fondo Verri di Lecce

Stasera alle ore 20.30 presso il Fondo Verri di Lecce secondo appuntamento con la rassegna “Pagine nascoste”, organizzata dal Cineclub Fiori di Fuoco in collaborazione con Unione Italiana Circoli del Cinema e Associazione Culturale Fondo Verri. Il documentario in programma è “Anna, 7 years on the frontline” di Masha Novikova (Ned/Rus, 2008, 80'), coprodotto da Amnesty International e dedicato alla figura della giornalista russa Anna Politkovskaya, assassinata nel 2006. Grande esempio di giornalismo attivo, Anna ha condotto la sua battaglia per la verità contro la disinformazione del governo di Putin, raccontando tutto col rigore, la dignità, il coraggio, la precisione e l'umanità che la facevano grande donna prima che reporter di razza e di frontiera al servizio delle notizie. Dalla fine degli anni Novanta ha denunciato i misfatti dell'esercito di Mosca nella guerra cecena: una guerra iniziata lentamente e accresciuta anno dopo anno col crimine dello sterminio sino all’assedio al teatro Dubrovka del 2002 e al massacro di Beslan del 2004, che svelavano il volto cinico e assassino di Putin. L'asciutto e descrittivo documentario della Novikova è un ricordo bello e doveroso per chi, attraverso la verità, impauriva i potenti. Ingresso € 3,00 per i soci del Cineclub.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!