Italia-Giappone. Uno scambio culturale

Il progetto ha fini turistici

Parte lo scambio culturale a fini turistici tra il Comune di Lecce e le municipalità di Tokyo e Sapporo

Attuare azioni di scambio culturale a fini turistici tra il Comune di Lecce e le municipalità di Tokyo e Sapporo. Questo il progetto a cui intende dare la giusta implementazione l’Amministrazione Comunale di Lecce e l’Assessorato alle Relazioni Internazionali. In particolare il progetto mira alla valorizzazione di due beni vocazionali salentini che rivestono un interesse notevole per il popolo giapponese: la musica lirica (in modo particolare per la figura di Tito Schipa) e i prodotti enogastronomici, sempre più amati e ricercati dal popolo giapponese. Dunque, un grande ponte che unisca Lecce a Tokyo e Sapporo, realtà apparentemente così differenti e distanti da quelle italiane e, invece, legate dalla passione per la musica lirica, e in particolare per la figura di Tito Schipa, e dalle tradizioni enogastronomiche. I giapponesi, grandi estimatori della lirica, sono sempre più attratti anche dalle tradizioni enogastronomiche italiane e soprattutto salentine. Sempre più spesso i giapponesi ricercano il cibo italiano, vestono “italiano”, viaggiano nel nostro Paese, per conoscere direttamente le tradizioni culturali e per poter gustare direttamente i prodotti enogastronomici tipici della nostra regione, e poter conoscere direttamente i luoghi di produzione e le materie prime. Il progetto che sta portando avanti l’Amministrazione Comunale di Lecce mira ad incrementare, fino a rendere permanente, la presenza dei giapponesi nel nostro territorio, facendo sì che il Salento diventi per loro una meta usuale. Proprio per questo è stato pubblicato un bando ad evidenza pubblica rivolto a tutte le aziende del settore agroalimentare operanti sul territorio salentino, finalizzato alla selezione di prodotti tipici dagli elevati standard qualitativi, così da presentare durante gli eventi enogastronomici la migliore espressione di cui il nostro Salento è capace. Il progetto prevede: lo sviluppo di un partenariato con i principali attori locali interessati ad implementare una rete di relazioni commerciali con le municipalità di Tokyo e Sapporo: Confcommercio, API, Confindustria, importatori, ristoratori etc.; la sottoscrizione di un protocollo d’intesa per presentare il “prodotto Salento” in maniera forte e omogenea sul territorio nipponico; la realizzazione, sul territorio salentino, di itinerari enogastrononici oggetto di specifici pacchetti turistici da offrire ai turisti nipponici; lo svolgimento di manifestazioni culturali ed enogastronomiche con cadenza annuale, da realizzarsi in Italia e in Giappone. Infine, la collaborazione fattiva con Katuo Naito, primo sommelier del Giappone e titolare di una ditta di import/export di prodotti tipici italiani, e con Saito Katshuide, chef giapponese che propone nel suo ristorante “Vincerò” un menu di prodotti tipici salentini.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati