Finanziere in manette

A suo carico più reati, tra militari ed ordinari

E' stato condotto presso il carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, per reati contemplati dal codice militare: resistenza e minacce a pubblico ufficiale, simulazione di infermità e diserzione e truffa ai danni dello Stato

E’ stato arrestato dai suoi stessi colleghi. Fabio Zecca, 38 anni, finanziere originario di Caprarica di Lecce e domiciliato in casa di parenti a Strudà, in forze alla compagnia di Latina, si trova ora nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, per reati contemplati dal codice militare. A suo carico le accuse di resistenza e minacce a pubblico ufficiale, simulazione di infermità e diserzione e truffa ai danni dello Stato. I reati in questione, sono stati accertati in occasione di una perquisizione presso l’abitazione di Zecca a Strudà, alla quale, peraltro, il finanziere si era ribellato con la forza. Lì le fiamme gialle avevano rinvenuto circa 400 fra capi di abbigliamento e calzature contraffatte. Per il possesso dei capi di abbigliamento, l'uomo è indagato per ricettazione dalla magistratura ordinaria. La indagini hanno appurato che l’uomo avesse messo in piedi un largo giro di clienti tra gli amici ed i conoscenti più fidati. Nel corso delle indagini è tra l’altro emerso che Zecca fosse costantemente in malattia dal lavoro; gli inquirenti hanno appurato però che si trattasse di falsa infermità.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati