Biostabilizziamo. Da Poggiardo a Grottaglie

Questa la nuova decisione del commissario regionale

Da oggi e per i prossimi trenta giorni, il commissario straordinario regionale dei rifiuti ha disposto che il materiale biostabilizzato di Poggiardo venga conferito a Grottaglie

Da oggi il commissario regionale straordinario sui rifiuti ha stabilito che, il materiale biostabilizzato prodotto dall’impianto Sud Gas di Poggiardo, venga conferito, per i prossimi trenta giorni, presso l’impianto di Grottaglie. Questa decisione è stata presa a seguito dei risultati delle analisi effettuate da Arpa Puglia sul materiale biostabililzzato di Poggiardo, che hanno dato esiti ancora insufficienti per una valutazione conclusiva. Tale scelta modifica la precedente ordinanza del commissario delegato per la gestione dell’Ato Lecce 2 che prevedeva, invece, l’impegno di trasferire la frazione umida biostabilizzata prodotta dall’impianto Sud Gas presso l’impianto di Autigno, sito in provincia di Brindisi. “La Provincia di Lecce ha sempre collaborato con la Regione e con le Ato per affrontare tutte le problematiche relative alla gestione dei rifiuti, cercando di dare risposte concrete per la soluzione dei problemi. A tal fine ho richiesto, già questa mattina, che Arpa Puglia e Arpa Lecce procedessero con immediatezza all’esecuzione di ulteriori nuove analisi sul rifiuto biostabilizzato dell’impianto di Poggiardo. Questo di fatto ci permetterà di arrivare, entro i trenta giorni previsti dall’attuale ordinanza, con risultati certi ed inoppugnabili”dichiara Gianni Scognamillo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!